Amadeus (LaPresse)
in foto: Amadeus (LaPresse)

Sono stati scelti i 20 Giovani di Sanremo 2020 che si sfideranno per poter arrivare alla finale del 19 dicembre quando saranno scelti i cinque che canteranno all'Ariston. Il presentatore e direttore artistico Amadeus, infatti, ha reso note le 20 Nuove proposte e le rispettive canzoni che da sabato 16 novembre a sabato 7 dicembre nella trasmissione "Italia Sì" condotta da Marco Liorni su Rai1 si sfidano per la finalissima. Quest'anno è cambiato il regolamento rispetto a quanto voluto nel 2019 dall'ex direttore artistico Claudio Baglioni.

Il regolamento per Sanremo Giovani

Non ci saranno i due vincitori di Sanremo Giovani che approdano direttamente tra i Big, ma nella finalissima che vedrà confrontarsi 10 artisti solo cinque avranno la possibilità, dal 4 all'8 febbraio di salire sul palco dell'Ariston. In quattro dei cinque giorni totali, infatti, si torna alla formula con le Nuove Proposte a parte che si giocheranno la vittoria di categoria. Ai cinque, come da regolamento Rai, si aggiungeranno i 2 artisti provenienti dalla selezione di Area Sanremo e, di diritto, la vincitrice di Sanremo Young e venerdì 8 febbraio si conoscerà la canzone vincitrice della categoria Nuove Proposte.

I partecipanti di Sanremo Giovani 2020: cantanti e canzoni in gara

I cinque artisti che si giocheranno la possibilità di salire sul palco del festival dal 4 all'8 (al 7, in realtà, giorno in cui sarà incoronato il vincitore delle Nuove Proposte) usciranno dalla rosa ampia dei 20 semifinalisti che prevede:

  • Ainè con Van Gogh
  • Avincola con Un Rider
  • Devil A con Disordine
  • Eugenio in via di Gioia con Tsunami
  • Fadi con Due Noi
  • Fasma con Per Sentirmi Vivo
  • Federica Abbate con I sogni prima di morire
  • Giulia Mutti con Romanzo Cattivo
  • Jefeo con Un due tre stella
  • Leo Gassman con Va Bene Così
  • Libero con La Casa del Vento
  • Marco Sentieri con Billy Blu
  • Mike Baker con Stupido
  • Nico Arezzo con Volo
  • Nova con Resta
  • Raim con Labirinto
  • Rèclame con Il viaggio di ritorno
  • Samuel Pietrasanta con E dove sarai tu
  • Shari con Stella
  • Thomas con Ne 80

Sanremo Giovani 2020: le pagelle delle canzoni

Sul sito della Rai sono anche disponibili per l'ascolto le canzoni con cui i cantanti si sfideranno cercando di seguire le orme che lo scorso anno portarono Mahmood prima a vincere Sanremo Giovani e poi a trionfare tra i Big con la sua "Soldi", canzone che sarebbe diventata un fenomeno internazionale. Ovviamente la scelta è caduta su una varietà enorme di generi e suoni, anche se a primo ascolto non pare ci sia qualcosa che possa bissare il successo di "Soldi", almeno nello spirito di tentare qualcosa di un po' più internazionale. Chi arriva sfruttando il successo di rap e trap si perde un po' cercando di inseguire lo stereotipo base: poca iniziativa, produzioni standard e testi che sfociano talvolta nella retorica. C'è il grosso problema Ultimo, che a volte sfocia nel ‘problema Ultimo-Mengoni', ovvero pezzi che lo richiamano molto, alla ricerca di un successo che di per sé è molto singolare e che in questi due anni ha conquistato un pubblico enorme. Ci sono però anche delle cose interessanti, artisti anche più noti che hanno confermato quanto di buono fatto in questi anni. Potrebbe essere la volta buona per Federica Abbate, uno dei talenti della nostra musica, autrice di alcuni dei maggiori successi pop di questi ultimi anni che meriterebbe quello spazio. Vale lo stesso discorso per Ainé, rapper che si muove su sonorità soul e per gli Eugenio in via di Gioia che hanno un pezzo fresco e moderno, così come Fadi, che fa parte della Picicca, etichetta di Brunori.

Sanremo Giovani 2020: le date e le tappe del concorso

I giovani cominceranno a salire sul palco del Festival di Sanremo 2020 fin dalla prima serata del 4 febbraio, come da tradizione. In quel frangente saranno eseguite quattro delle otto canzoni e solo due passeranno il turno, così come avverrà per la seconda serata, quella del 5 febbraio, quando toccherà alle restanti quattro contendersi i due posti in gioco. Durante la terza serata, quella del 6 febbraio, mentre i Big si esibiranno nelle cover e nei duetti, le quattro Nuove proposte restanti si esibiranno presentando ancora una volta le proprie canzoni. La serata finale, quella in cui si deciderà il vincitore di categoria, sarà il 7 febbraio, quando si sfideranno le ultime due canzoni rimaste. Lo scorso anno ad aggiudicarsi la versione nuova di Sanremo Giovani furono Einar e Mahmood, che con "Soldi" avrebbe vinto anche nella categoria Big, ma per vedere una gara come quella del 2020 bisogna spostarsi a due anni fa. Nel 2018, infatti, con i Giovani che si esibivano assieme ai Big fu Ultimo con "Il ballo delle incertezze" ad aggiudicarsi la gara.

La votazione per i Giovani a Sanremo 2020

Chi deciderà qualche sarà al canzone vincitrice della categoria Nuove Proposte? saranno tre le giurie che di volta in volta avranno un peso specifico diverso per la vittoria. Sono tre i sistemi, ovvero quello della Giuria Demoscopica ("composta da un campione statisticamente rappresentativo di almeno 300 persone selezionate tra abituali fruitori di musica, le quali esprimeranno il proprio voto da casa attraverso un sistema di votazione elettronico"), della Giuria della Sala Stampa, Tv, Radio e Web ("composta da giornalisti accreditati a Sanremo 2020 della carta stampata, tv, radio e web e voterà secondo modalità che saranno indicate prima dell’inizio delle dirette di Sanremo 2020") e del Televoto (il pubblico da casa che potrà votare da telefonia fissa e da telefonia mobile). Nella prima e nella seconda serata sarà la Giuria Demoscopica. Nelle altre tre serate, invece, voteranno tutte le giurie, con un peso così ripartito:

  • Giuria Demoscopica 33 %
  • Giuria della Sala Stampa, Tv, Radio e Web 33 %
  • Televoto 34 %

In caso di ex aequo nelle ultime tre serate, come si legge nel regolamento "si farà sempre riferimento all’ultima graduatoria risultante dalla votazione espressa dal pubblico (Televoto). In caso di ulteriore persistenza di ex aequo, si farà riferimento all’ultima graduatoria risultante dalla votazione espressa dalla Giuria della Sala Stampa Tv, Radio e Web; in caso di ulteriore persistenza di ex aequo, si farà riferimento all’ultima graduatoria risultante dalla votazione espressa dalla Giuria Demoscopica"