All'anagrafe Tiberio Fazioli, Fasma è uno dei quattro finalisti del concorso Nuove Proposte a Sanremo 2020. Il giovane rapper romano porta in gara il brano la canzone dal titolo "Per sentirmi vivo", che si discosta dal ritmo tipico del rap e diventa quasi una ballata rock che, qualcuno avrà già potuto ascoltare.

Chi è Fasma

All'anagrafe Fasma è in realtà Tiberio Fazioli, nato a Roma nel 1996, ha quindi 23 anni, ma è appassionato di musica da sempre, quando aveva tredici anni si è cimentato nella scrittura, un modo descrivere il mondo che lo circonda e le storie di vita di una città difficile e affascinante come quella in cui è cresciuto. Dai suoi testi si evince che le sue ispirazioni si rifanno al rap classico di Eminem, senza disdegnare gli artisti contemporanei come XXXTentacion e Post Malone. Quando è ancora giovanissimo, a soli 20 anni è il fondatore della crew WFK insieme al produttore Luigi Zammarano, in arte GG, che sarà cui anche al Festival suonando il pianoforte. Membro della crew è anche  il manager Tommy, un trio che collabora ormai già da tre anni, precisamente dal 2016. Nel 2017 escono i primi singoli: Marylin M. che ha guadagnato il disco d’oro, oltre che milioni di visualizzazioni e ascolti sulle piattaforme streaming musicali, seguito da altri due singoli Lady D Monnalisa. Il 2 novembre 2018 viene pubblicato il primo album di Fasma, dal titolo Moriresti per vivere con me, con il quale viene confermato il successo degli inizi.

Fasma a Sanremo 2020

È nel 2019 che decide di partecipare a Saneremo Giovani, dove supera tutte le fasi delle selezioni e nella puntata finale del 19 dicembre di ItaliaSì, conquista il posto tra i finalisti, e la possibilità di esibirsi tra le Nuove Proposte. Fasma ha poi dichiarato sul suo brano, a cui seguirà un album in uscita a febbraio: “Voglio che la canzone sia per qualcuno che non trova luce. Questo mondo mi ha fatto schifo per tanto tempo, ma questa musica mi ha dato speranza, e le persone che mi ascoltano mi hanno dato una certezza”.