in evidenza 07 febbraio 19:40 Ospiti e artisti in gara della terza serata di Sanremo

Il terzo atto del Festival di Sanremo 2019 è previsto per giovedì 6 febbraio. Alle ore 20.45, in onda su Rai1, il direttore artistico Claudio Baglioni e i suoi compagni d'avventura Virginia Raffaele e Claudio Bisio affrontano il giro di boa di questa 69esima edizione. La sfida è quella di smuovere le acque di un'edizione che non ha registrato, fino a questo momento, attimi memorabili. Nella seconda serata si è vista una Raffaele più libera dall'obbligo di conduzione istituzionale e quindi meglio calata nel contesto, così come Claudio Bisio ha ricomposto la coppia dei tempi di Zelig con Michelle Hunziker, risvegliando la nostalgia di qualche telespettatore. Ma la vera sorpresa sono stati Pio e Amedeo, con l'intervento fino ad ora più apprezzabile dell'edizione.

Ospiti della terza serata del Festival saranno Antonello Venditti, Alessandra Amoroso, Raf, Umberto Tozzi e Ornella Vanoni. Saliranno sul palco anche Paolo Cevoli, Fabio Rovazzi dopo l'esperienza di "Sanremo Giovani" e Serena Rossi che omaggerà insieme a Baglioni Mia Martini, di cui ha indossato i panni nel film Tv "Io sono Mia", in onda su Rai il prossimo 12 febbraio.

Dopo le esibizioni nella seconda serata di 12 dei 24 artisti in gara (qui la classifica parziale della seconda serata) gli artisti in gara nella terza serata di Sanremo si esibiranno nel seguente ordine:

Mahmood
Enrico Nigiotti
Anna Tatangelo
Ultimo
Francesco Renga
Irama
Patty Pravo e Briga
Simone Cristicchi
Boomdabash
Motta
Zen Circus
Nino D'Angelo e Livio Cori

08 febbraio 00:53 La classifica parziale della terza serata di Sanremo 2019

Dopo il collegamento con il Casinò di Sanremo, dove andrà in scena il Dopofestival, la serata si chiude con l'annuncio della classifica parziale di questa sera, che come al solito segue la ratio della suddivisione in tre fasce.

Nella zona Blu ci sono: Simone Cristicchi, Mahmood, Irama, Ultimo

Nella zona Gialla: Enrico Nigiotti, Motta, The Zen Circus, Francesco Renga

Nella zona Rossa: Anna Tatangelo, Nino D'Angelo e Livio Cori, Boomdabash, Patty Pravo e Briga

L'appuntamento è per domani con la quarta e penultima serata di Sanremo 2019, quando i 24 concorrenti si esibiranno nei duetti con ospite, facendo ascoltare per la terza volta il pezzo portato in gara.

08 febbraio 00:46 Anna Ferzetti e Simone Montedoro dal Primafestival al palco dell’Ariston

Breve intervento di Anna Ferzetti e Simone Montedoro sul palco dell'Ariston. I conduttori del Primafestival interagiscono con Baglioni scherzando sulle loro ambizioni. Montedoro vorrebbe cantare e cerca di vendersi a Baglioni come aspirante cantante. Il direttore artistico lo liquida, così come fa con la Ferzetti (che quest'anno arriva sul palco dell'Ariston dopo l'edizione da protagonista di suo marito Pierfrancesco Favino) quando lei chiede di annunciare un cantante in gara. Devono accontentare di annunciare la chiusura del televoto, ma con Bisio e la Raffaele.

08 febbraio 00:39 Monologo di Rocco Papaleo, poi Claudio Baglioni canta “E tu”

Il canzoniere di Baglioni continua ad essere il fulcro non solo del tappeto musicale del Festival, ma anche il pretesto per buona parte degli interventi degli ospiti della kermesse. Anche Rocco Papaleo, che fa parte della squadra come conduttore del Dopofestival, parte dai suoi insuccessi sentimentali con le canzoni di Baglioni per un breve monologo sulle storie d'amore. Vicino a lui proprio Baglioni, con la chitarra già imbracciata, che poi canta "E tu". E visto che ci siamo, se volete cantarla insieme a lui come al karaoke, vi piazziamo qui il testo della canzone, che può sempre servire.

"Accoccolati ad ascoltare il mare, quanto tempo siamo stati senza fiatare" è, infatti, uno degli incipit più noti della musica leggera italiana, che dà il la a un testo scritto dallo stesso cantante (le musiche sono co-firmate con Antonio Coggio e arrangiato da Vangelis Papathanassiou) che racconta l'educazione sentimentale di un ragazzo: "E tu, fatta di sguardi tu e di sorrisi ingenui tu, ed io a piedi nudi io sfioravo i tuoi capelli io". Una storia d'amore, quindi, il momento dell'innamoramento, mentre si gioca in riva al mare: "e baciarti le labbra con un filo d’erba e scoprirti più bella coi capelli in su e mi piaci di più e mi piaci di più forse sei l’amore".

08 febbraio 00:18 Baglioni commosso per l’omaggio a Mia Martini, sul palco Serena Rossi

Arriva il momento dell'omaggio di Claudio Baglioni a Mia Martini. Con lui sul palco c'è Virginia Raffaele: "Negli anni '70 conobbi una ragazza, si chiamava Domenica Bertè. Mi colpì subito la sua risata bella, gli occhi malinconici e la voglia incredibile di cantare. Ho scritto per lei quattro canzoni del suo primo album del '71 e in quel disco c'erano i nostri vent'anni". Baglioni chiede quindi alla Raffaele di leggere i versi di "Oltre la collina", scritta dalla cantante morta nel 1995. Arriva poi sul palco Serena Rossi, che ha interpretato Mia Martini nel per la Tv "Io sono Mia", il 12 febbraio in onda su Rai1. Canta "Almeno tu nell'universo". Finita l'esibizione, gravida di emozione Serena Rossi si limita a dire: "Se pensavo a Mia Martini prima di conoscerla davvero, un anno fa, pensavo a un'ingiustizia, una violenza, una discriminazione. Invece ho scoperto che Mimì sia tanto altro, una grande artista a cui credo dovremmo chiedere scusa per tutto quello che le è stato fatto. Mimì, questo applauso è per te". 

08 febbraio 00:12 Fabio Rovazzi a Sanremo, Fausto Leali fa invasione sul palco

Fabio Rovazzi arriva all'Ariston dopo l'esperienza di "Sanremo Giovani" dello scorso dicembre. Rovazzi finge di aver chiuso Baglioni in camerino e arriva a cantare "Andiamo a comandare" su Sanremo, prendendosi in giro da solo sulla totale inopportunità di questa canzone al Festival. L'orchestra si rifiuta di continuare a suonare e lo accompagna un solo volontario, un violinista che lo accompagna mentre declama i versi delle sue canzoni. Poi un momento di follia improvviso, con l'invasione sul palco di Fausto Leali che scimmiotta l'irruzione sul palco del noto Cavallo Pazzo, che nel 1992 riuscì a raggiungere Baudo e gridare in Eurovisione "Questo Festival lo vince Fausto Leali". Una citazione splendida per i cultori di Sanremo. Rovazzi canta "Faccio quello che voglio" e arriva finalmente sul palco Baglioni, che lo segue sul ritornello.

Piccolo momento privato per Fabio Rovazzi, che fa una dedica al padre: "Visto che Sanremo ha un pubblico vasto e arriva dappertutto voglio salutare una persona che non vedo da anni. Papà lassù, tutto questo è anche colpa tua. Almeno adesso ti ho salutato, perché l'altra volta non ho fatto in tempo". 

07 febbraio 23:49 Nino D’Angelo e Livio Cori ultimi a esibirsi con “Un’altra luce”

Chiudono la serata Livio Cori e Nino D'Angelo, interessante coppia che combina il nuovo sound napoletano con le atmosfere partenopee tipiche della tradizione dell'ex caschetto. "Un'altra luce" è un buon risultato di questo mix, ma va considerato un fattore più volte sottolineato da entrambi: senza effettistica, irriproducibile con gli strumenti di un'orchestra, l'impatto del pezzo è molto ridimensionato. Chi è interessato può ascoltare la versione incisa in sala di registrazione, disponibile su Youtube e le varie piattaforme streaming.

07 febbraio 23:44 Nostalgia di Zelig a Sanremo, dopo Michelle Hunziker arriva Paolo Cevoli

Secondo momento di Zelig-nostalgia per questa 69esima edizione di Sanremo. Dopo la presenza sul palco di Michelle Hunziker, che ieri sera è tornata a duettare con Claudio Bisio, per la terza serata arriva Paolo Cevoli con il suo storico personaggio Palmiro Cangini, che ha segnato la storia del programma di comici di Mediaset nei primi anni 2000. Bisio gioca con lui sul divieto di parlare di politica, il clima da parcondicio e il clima politico piuttosto pesante. Nel l'incontinenza verbale di Cevoli, si finisce a parlare di tutt'altro: "Mettete un po' di calze a rete qui, non si vede nulla, le più gnocche del Festival sono Ornella Vanoni e Patty Pravo!".

07 febbraio 23:38 I The Zen Circus penultimi in gara con “L’amore è una dittatura”

"Esistere è giusto un momento chi vive nel tempo muore contento…". Se vi va oltre di quelli fuori dal mainstream con il nome strano che tutti chiedono chi sia, si scopre che quella dei The Zen Circus è probabilmente una delle canzoni più belle di questo Festival. Testo profondo, pieno, costruzione musicale molto bella ed emozionante di questa "L'amore è una dittatura".

07 febbraio 23:27 Motta canta “Dov’è l’Italia” sul palco dell’Ariston

"Dov'è l'Italia amore mio, mi sono perso anch'io". Verso molto evocativo del pezzo che Motta porta a Sanremo in questa edizione e che propone per la seconda volta nel corso di questa terza serata. La prima classifica parziale di questo Festival lo ha relegato nella parte bassa della classifica, quella rossa, eppure la sua "Dov'è l'Italia" ha tutte le carte in regola per imporsi in questa gara e nei prossimi mesi.

07 febbraio 23:13 Raf e Umberto Tozzi riportano i loro grandi successi al Festival

Dopo l'esibizione dei Boomdabash con "Per un milione", Virginia Raffaele e Claudio Bisio si prendono alcuni minuti per alcune foto ricordo, scherzando con i fotografi in sala. Poi è il momento di Umberto Tozzi e Raf (rispettivamente 66 e 59 anni ma non sembra, che portano sul palco di Sanremo i loro più grandi successi, partecipazione al Festival che è premessa di una nostalgica operazione discografica che rimette insieme i due artisti a molti anni di distanza dalla loro collaborazione. Si va da "Gloria" a "Battito animale", passando per "Ti pretendo", "Si può dare di più" (di cui Raf era autore). La stessa nostalgia di cui sopra accende la platea e via al karaoke, cui si aggiunge anche Baglioni sulle note di "Gente di mare".

07 febbraio 23:00 Simone Cristicchi sul palco con “Abbi cura di me”, altra ovazione del pubblico per lui

Tra gli artisti più acclamati della prima serata del festival di Sanremo 2019 c'è stato certamente Simone Cristicchi, che torna all'Ariston con "Abbi cura di me", canzone che ricorda molto, più per la melodia che per i contenuti, a quella "Ti regalerò una rosa" ricordata come una delle più belle canzoni vincitrici del festival.

07 febbraio 22:40 Ornella Vanoni sul palco con Virginia Raffaele: “Mi hai rovinato la vita”

"Tu mi hai rovinato la vita, facendomi passare per una rimbambita, una pazza, una maniaca sessuale […[ Sei andata da Carlo Conti facendo la mia imitazione, peraltro esibizione di bassissimo livello, e Conti ti ha salutata come Ornella. Mi hai fatto vivere un anno di inferno". Bello il siparietto tra Ornella Vanoni e la Raffaele, accusata dalla grande voce italiana di averla rovinata con l'imitazione che portò anche due anni fa al Festival. Vanoni senza filtri che, oramai padrona di quel personaggio in cui è rimasta intrappolata nel corso degli anni, si lascia anche andare a qualche parolaccia. Il suo "Porca putt****" sarà uno dei momenti topici di questo Festival. Il quadro si completa con l'arrivo sul palco di Patty Pravo, presentata con Briga per l'esibizione successiva. Ne viene fuori un incrocio di imitazioni epocale e una Vanoni che tira le orecchie alla Rai: "Io son venuta a gratis, che non diventi un'abitudine. Perché una volta si gioca, ma poi…".

Le due lasciano il palco a Pravo e Briga, che eseguono per la seconda volta la loro "Un po' come la vita".

07 febbraio 22:27 La (super?) ospite Alessandra Amoroso, che festeggia all’Ariston i 10 anni di carriera

Dopo le polemiche della vigilia per la definizione, più o meno opportuna, di super ospite, Alessandra Amoroso arriva sul palco dell'Ariston come seconda ospite di questa serata. Festeggia i dieci anni di carriera con "Dalla tua parte", canzone che fa parte del suo nuovo lavoro discografico. Poi arriva sul palco Baglioni e, come accaduto ieri sera con Marco Mengoni, la scelta è quella di eseguire un grande classico della storia di Sanremo. Si tratta di "Io che non vivo", cantata da Pino Donaggio, successo che al tempo attraversò la Manica, con un grande successo internazionale nella versione inglese, cantata da  Dusty Springfield e, successivamente, anche da Elvis. "Grazie infinite, sono molto emozionata. Grazie a mamma e papà", così una commossa Amoroso si congeda dal pubblico, che la omaggia di un lungo applauso.

07 febbraio 22:22 Irama canta “La ragazza con il cuore di latta”, Bisio si complimenta con lui, ma per la giacca

L'esibizione di Irama si chiude con un convinto applauso della platea in sala. Anche lui, come Ultimo, è tra i favoriti della vigilia per la vittoria di questo Sanremo, forte di una grande e attivissima base di fan, derivante anche dal meritato successo della scorsa stagione ad Amici. Vedremo se questo fattore sarà prevalente ai fini della classifica parziale di questa sera. Scambio di complimenti con Bisio per le giacche bizzarre.

07 febbraio 22:13 Francesco Renga sul palco di Sanremo con “Aspetto che torni”

Quinto artista in gara è Francesco Renga, che non ha bisogno di presentazioni, specialmente a Sanremo, dove ha già partecipato diverse volte, portandosi a casa la vittoria nell'edizione 2005. La sua "Aspetto che torni" nel corso della prima serata si era posizionata nella parte alta della classifica.

07 febbraio 22:09 Virginia Raffaele e Claudio Bisio, poca sintonia tra i co-conduttori di Sanremo

Lo sketch principale della serata di Claudio Bisio e Virginia Raffaele conferma un dato ineluttabile di questo Festival: nella coppia di co-conduttori c'è qualcosa che non va. Il numero, che si basa sulla canzone "Ci vuole un fiore" di Sergio Endrigo, gioca sugli errori commessi dalla Raffaele nel cantare la canzone. Ma niente, non funziona, la scrittura appare debole e lo spunto stesso sembra francamente inconsistente, soprattutto per la durata della gag a dir poco infinita.

07 febbraio 21:53 “I tuoi particolari”, Ultimo torna sul palco di Sanremo per la terza serata

Funzionava lo scorso anno e ci riesce anche quest'anno. Non a caso Ultimo era uno dei candidati alla vittoria finale alla vigilia di Sanremo 2019 e resta tale dopo la seconda esecuzione della sua "I tuoi particolari", una delle canzoni più ascoltate sulle piattaforme streaming tra quelle in gara a Sanremo e la graduatoria parziale della prima serata lo vedeva nella parte alta della classifica.

07 febbraio 21:48 Anna Tatangelo canta “Le nostre anime di notte”

La parte gialla, quella di metà classifica, ospitava Anna Tatangelo nella classifica parziale della prima serata di Sanremo. In questa terza serata è la terza artista in gara con la sua "Le Nostre Anime di Notte", canzone che restituisce una Tatangelo in una veste musicale molto affine alla sua storia. Nessun pizzino d'auguri su Twitter di Gigi d'Alessio stasera, che aveva già dato il 5 febbraio:

07 febbraio 21:29 Antonello Venditti a Sanremo con “Nata sotto il segno dei pesci” e “Notte prima degli esami”

Primo ospite della serata è Antonello Venditti, che serve subito sul piatto d'argento due grandi classici della musica italiana. Prima "Nata sotto il segno dei pesci", poi sarà la volta di "Notte prima degli esami", che il cantante eseguirà insieme al direttore artistico Claudio Baglioni. "Nessuno riuscirà mai a immaginare la canzone che stiamo per fare", dice ironicamente Venditti riferendosi al suo successo più grande, spiega il senso del verso più noto di Notte prima degli esami, quello dei quattro ragazzi con la chitarra (che hanno un nome e un'identità precisa), motivandolo così: "Io avevo il problema di essere un pianista in un mondo di chitarristi". 

Prima i due chiacchierano del loro passato, ricordando una conoscenza che risale agli anni Settanta, quelli del Folkstudio, storico locale romano. Poi è il momento di cantare. La chiave nostalgica rende indubbiamente gradevole l'inizio di serata. Quella di Venditti è la canzone senza tempo per definizione, adattandosi trasversalmente a più generazioni visto il tema trattato. Si tratta anche di un pezzo che ha avuto in un certo senso una doppia esistenza, rivitalizzato dieci anni fa circa dall'operazione cinematografica che riportava lo stesso nome.

07 febbraio 21:21 Mostruosa Virginia Raffaele, la prima vera ovazione dell’Ariston per lei

Ecco, numeri come questi del disco rotto, sono le cose che ci riconciliano con la Virginia Raffaele che ha stregato il pubblico italiano. Una bravura tecnica mostruosa, dove l'aggettivo non ha certamente un'accezione negativa, quella dimostrata dall'attrice romana. Una tipologia di numero che ha già proposto in passato, ma mai in una chiave così elaborata. Eccezionale anche l'orchestra e il pubblico se ne accorge, vista l'ovazione. Non è un numero che si può spiegare, ma da rivedere.

07 febbraio 21:15 Enrico Nigiotti è il secondo artista ad esibirsi, sul palco con la sua “Nonno Hollywood”

Sonorità sanremesi per eccellenza quelle che caratterizzano la "Nonno Hollywood" di Enrico Nigiotti. La voce potente e chiara dell'ex Amici e X Factor completa un prodotto molto convincente, soprattutto per questa competizione. Non a caso Nigiotti, stando al chiacchiericcio generale, è stato una delle sorprese della prima serata del Festival. Visto il lungo applauso della platea, è altamente probabile che la fascia gialla in cui era posizionato Nigiotti anella classifica della prima puntata diventi blu.

07 febbraio 21:09 Mahmood apre la serata con “Soldi”, martedì si era esibito per ultimo

Dopo essersi essersi esibito per ultimo nella prima serata del Festival, Mahmood apre la terza serata del festival. Insieme a Einar, che si è esibito nella seconda serata del martedì, Mahmood ha conquistato l'accesso al Festival vincendo Sanremo Giovani. La sua "Soldi""Soldi""Soldi" ha delle sonorità intriganti che riescono a lasciare il segno dopo un paio di ascolti. E va detto che il ritornello del pezzo ha buoni presupposti di diventare tormentone.

07 febbraio 20:59 Claudio Baglioni apre la terza serata con “Viva l’Inghilterra”

La tradizione è importante e la sola che funziona da due sere a questa parte è l'apertura sulle note di un successo storico firmato di Claudio Baglioni. La terza serata del Festival di Sanremo 2019 si apre con "Viva l'Inghilterra", dal lontano 1973. Anche stasera, a colmare lo sconfinato palco nato dai progetti di Francesca Montinaro, c'è il corpo di ballo diretto da Giuliano Peparini. Un gran bel vedere e sentire.

Poi è il momento della presentazione di Virginia Raffaele e Claudio Bisio, una battuta raggelante di Bisio sulla Brexit e il direttore d'orchestra britannico Geoff Wesley, poi si passa alle presentazioni di regolamento e cantanti in gara.

Chiaramente la scelta della canzone cantata da Baglioni ha dato adito a qualche maliziosa lettura in chiave politica: