Mahmood ha riportato l'Italia sul secondo gradino del podio dell'Eurovision Song Contest che si è concluso sabato 19 maggio con la vittoria del rappresentante dei paesi bassi Duncan Laurence con la canzone "Arcadia". Il cantante italiano, protagonista in Israele con la canzone "Soldi" – con cui si era già aggiudicato il Festival di Sanremo -, ha mancato per una manciata di voti la vittoria finale, che al nostro Paese manca dal 1990 quando fu Toto Cutugno, con la canzone "Insieme: 1992", ad aggiudicarsi l'ultima vittoria finale. Gli ultimi a salire sul podio di quella che è una delle più importanti manifestazioni musicali al mondo e una delle più viste in tv era stato Il Volo che nel 2015 si classificò al terzo posto con "Grande amore", risultando, però, i più votati al televoto, mentre per trovare un altro secondo posto bisogna risalire fino al 2011 quando con "Follia d'amore" fu Raphael Gualazzi a sfiorare la vittoria.

I complimenti di Laura Pausini

Mahmood è stato, comunque, l'italiano più votato di sempre ed è riuscito a portarsi a casa per la prima volta il Composer Awards, uno dei premi speciali che riconosce il valore autoriale di una canzone. Un secondo posto che dà al cantante di Milano comunque un'ottima visibilità internazionale (la sua è stata la canzone più ascoltata su Youtube e in generale una delle più ascoltate tra quelle presenti al festival anche in streaming). Su Twitter una delle prime a complimentarsi col cantante è stata Laura Pausini che su Instagram, alla fine delle sue storie dal concerto milanese di raf e Tozzi ha scritto: "Complimenti Mahmood, arrivare secondo con un brano cantato in italiano oggi è veramente un traguardo gigante”.

I post di Cattelan, D'Angelo e dei produttori di Soldi

Ne sa qualcosa lei che è senza dubbio una delle cantanti italiane più conosciute al mondo, una delle poche, comunque, che può permettersi un tour internazionale vero, nelle location che contano e che ha sottolineato quella che da sempre è una delle criticità dei nostri artisti all'Eurofestival, ovvero la volontà di non modificare le proprie canzoni e mantenere la lingua originale (Ieri Mahmood ha concesso giusto un traduzione di una piccola porzione del testo sullo schermo alle sue spalle". Anche Alessandro Cattelan ha voluto complimentarsi con il cantante, secondo classificato, parlando di ‘orgoglio', così come Nino D'Angelo nei commenti al post del cantante aveva scritto "Siamo con te", raddoppiando i complimenti arrivati anche da Clementino. Elodie e Sergio Syòvestre hanno anche condiviso storie in cui seguivano Mahmood durante la diretta dell'Eurovision, mentre nei giorni precedenti all'esibizione era stato Ermal Meta, che lo scorso anno aveva partecipato con Fabrizio Moro a fargli l'in bocca al lupo. Tra coloro che lo hanno spinto ieri sera anche i due produttori di "Soldi", ovvero Charlie Charles e Dardust che hanno condiviso alcune storie sui loro canali Instagram.