Lo scorso anno Erma Meta si giocò la vittoria finale dell'Eurovision in Portogallo in coppia con Fabrizio Moro con cui aveva vinto il Festival id Sanremo con "Non mi avete fatto niente". I due artisti italiani chiusero con un buon sesto posto finale una gara che li vide comunque comportarsi molto bene, ma che alla fine vide la vittoria dell'artista israeliana Nella con "Toy" portando quest'anno la manifestazione in Israele dove è cominciata proprio oggi. Mahmood, che non è sul podio dei  favoriti, ma comunque è molto su, si esibirà direttamente nella serata finale del 18, nella seconda parte della gara e lo farà ovviamente con "Soldi", canzone che ha conquistato il pubblico dell'Ariston lo scorso febbraio permettendogli quest'avventura europea: e proprio da Ermal Meta arriva il primo messaggio ufficiale: "In bocca al lupo a @Mahmood_Music per #Esc2019" gli ha scritto il cantante su Twitter.

L'Italia all'Eurovision: Cutugno ultimo vincitore

Mahmood cercherà di portare la competizione in Italia a 29 anni dalla vittoria di Toto Cutugno che nel 1990 fu l'ultimo italiano ad aggiudicarsi la manifestazione con "Insieme : 1992" e da allora più niente (ma va anche detto che il nostro Paese è stato assente dalla manifestazione dal 1994 al 2010 con la sola interruzione nel 1997 per i Jalisse). Fu proprio in quell'anno, era il 2011, che l'Italia tornò più vicino alla vittoria, con il secondo posto di Raphael Gualazzi con "Follia d'amore" che arrivò alle spalle di Eldar Qasımov e Nigar Camal dell'Azerbaigian con la canzone Running Scared. Poi quasi sempre in top 10 (tranne con Emma e Francesca Michielin), con un terzo posto per Il Volo, il quinto di Meta e Moro e il sesto di Francesco Gabbani con la sua Occidentali's Karma.

Dove guardare l'Eurovision Song Contest

Questa era si parte con la prima semifinale che vedrà esibirsi anche San Marino per cui gareggia il cantante turco Serhat che spera di rientrare tra i dieci e poter riportare il Paese in una finale della manifestazione, mentre i più ostici da battere saranno l'olandese Duncan Laurence e il ritorno del russo Sergey Lazarev che tenta ancora una volta la vittoria che gli è sfuggita qualche anno fa. Le semifinali di stasera e giovedì saranno trasmesse in diretta su Rai 4, commentate da Federico Russo ed Ema Stokholma, mentre la finale di sabato andrà in onda su Rai Uno alle 21 commentate da Federico Russo e Flavio Insinna e su radio Due con Gino Castaldo e la Stockholma.