Diodato vince la 70esima edizione del Festival di Sanremo. Nel corso della serata finale, trasmessa sabato 8 febbraio, Amadeus ha proclamato il vincitore. Ad aggiudicarsi la vittoria tra i Big è stato proprio Diodato con la canzone "Fai rumore". Segue al secondo posto Francesco Gabbani con "Viceversa" e i Pinguini Tattici Nucleari con "Ringo Starr". Si conclude così Sanremo 2020, la prima edizione condotta da Amadeus con la partecipazione di Fiorello e con Tiziano Ferro ospite fisso. Questa edizione sarà ricordata anche per la squalifica di Bugo e Morgan, primo caso nella storia recente del Festival.

Chi è Diodato, il vincitore di Sanremo 2020

Antonio Diodato è un cantante 39enne di origini pugliesi i cui primi lavori sono stati realizzati a Stoccolma, città nella quale ha formato la band Swedish House Mafia insieme ai dj svedesi Sebastian Ingrosso e Steve Angello. Ha partecipato per la prima volta a Sanremo nel 2014 tra le Nuove Proposte dopo avere vinto l’MTV Italia Award nella categoria “Best New Generation”. A influenzare il suo stile sono artisti quali Pink Floyd, Fabrizio De André, Luigi Tenco, Domenico Modugno e Radiohead. Tra le canzoni con le quali ha avuto maggiore successo ci sono la cover di "Amore che vieni, amore che vai" di Fabrizio De Andrè e "Adesso", brano con il quale ha partecipato a Sanremo nel 2018.

Diodato vince Sanremo con la canzone "Fai rumore"

"Fai rumore", la canzone che ha fatto trionfare Diodato a Sanremo 2020, è un brano che parla di un amore il cui ricordo continua anche quando una storia finisce. Nonostante il protagonista del brano provi ad andare avanti dimenticando l'amore perduto, l'assenza diventa presenza, il silenzio diventa rumore e non è possibile ricacciarlo indietro. Una canzone che unisce tradizione e contemporaneità, regalando un brano sanremese ma impreziosito dalla particolarità del timbro di Diodato e dall'originalità del testo.

La storia d'amore finita con Levante

A Sanremo 2020 Diodato ha ritrovato Levante, artista con la quale ha vissuto una storia d’amore. A lei avrebbe dedicato la canzone “Cretino che sei”. Le voci di un flirt tra Diodato e Levante hanno cominciato a circolare nel 2017, ma i due non hanno mai confermato il legame. La cantante ne ha recentemente parlato in un'intervista che ha anticipato la partecipazione a Sanremo, ricordando l'intensità del loro legame finito: "Un amore bello che non si trova su Internet".

La classifica finale di Sanremo 2020

Diodato vince Sanremo 2020: la classifica completa

1. Diodato – Fai rumore

2. Francesco Gabbani – Viceversa

3. Pinguini Tattici Nucleari – Ringo Starr

4. Le Vibrazioni – Dov'è

5. Piero Pelù – Gigante

6. Tosca – Ho amato tutto

7. Elodie – Andromeda

8. Achille Lauro – Me ne frego

9. Irene Grandi – Finalmente io

10. Rancore – Eden

11. Raphael Gualazzi – Carioca

12. Levante – TikiBomBom

13. Anastasio – Rosso di rabbia

14. Alberto Urso – Come il sole ad est

15. Marco Masini – Il confronto

16. Paolo Jannacci – Voglio parlarti adesso

17. Rita Pavone – Niente (Resilienza 74)

18. Michele Zarrillo – Nell'estasi o nel fango

19. Enrico Nigiotti – Baciamo adesso

20. Giordana Angi – Come mia madre

21. Elettra Lamborghini – Musica (E il resto scompare)

22. Junior Cally – No grazie

23. Riki – Lo sappiamo entrambi

Sanremo 2020 e la squalifica di Bugo e Morgan

Bugo e Morgan si sono visti costretti ad abbandonare l'esperienza sanremese a metà strada. Nel corso della quarta serata, infatti, sono stati squalificati. A causare il provvedimento è stato Marco Castoldi. Una volta salito sul palco per eseguire il brano ‘Sincero', ha sostituito le parole della canzone con accuse rivolte a Bugo: "Le brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine e la tua arroganza. Fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa. Certo il disordine è una forma d’arte, ma tu sai solo coltivare invidia. Ringrazia il cielo che sei su questo palco. Rispetta chi ti ci ha portato dentro". Bugo, indignato, ha lasciato il palco e per il regolamento questo è un ritiro a tutti gli effetti. I due sono stati squalificati.

I 24 Big del Festival di Sanremo 2020

Si conclude così il Festival di Sanremo 2020 che è stato caratterizzato da 24 canzoni. Ecco i Big che si sono contesi la vittoria: Michele Zarrillo (Nell'estasi e nel fango io); Elodie (Andromeda); Enrico Nigiotti (Baciami adesso); Irene Grandi (Finalmente io); Alberto Urso (Il sole ad est); Diodato (Fai rumore); Marco Masini (Il confronto); Piero Pelù (Gigante); Levante (Tikibombom); Achille Lauro (Me ne frego); Pinguini Tattici Nucleari (Ringo Starr); Junior Cally (No Grazie); Tosca (Ho amato tutto); Le vibrazioni (Dov'è); Raphael Gualazzi (Carioca); Francesco Gabbani (Viceversa); Rita Pavone (Niente – Resilienza 74); Anastasio (Rosso di rabbia); Riki (Lo sappiamo entrambi); Giordana Angi (Come mia madre); Paolo Jannacci (Voglio parlarti adesso); Elettra Lamborghini (Musica e il resto scompare); Rancore (Eden).