Diodato e Roy Paci (ph. Flavio e Frank).
in foto: Diodato e Roy Paci (ph. Flavio e Frank).

Tra le coppie che concorreranno, nella gara tra i 20 Big, al prossimo Festival di Sanremo 2018 ci sono anche Diodato e Roy Paci che porteranno sul palco dell'Ariston la canzone "Adesso" scritta dallo stesso Diodato e arrangiata coi fiati di Paci. La coppia è inedita per Sanremo, ma i due hanno già collaborato assieme in questi anni, "il coronamento di una lunga “amicizia artistica'" come la definisce lo stesso Roy Paci, musicista e arrangiatore siciliano, tra i più apprezzati trombettisti del Paese, con un lungo curriculum alle spalle, che lo ha visto suonare, tra gli altri anche con Manu Chao. La canzone nasce da un'idea di Diodato che ha subito percepito il bisogno di un arrangiamento con gli archi, chiamando con sé Roy Paci: "Sin dal giorno in cui ho registrato “Adesso” sul mio computerino a casa, ho pensato che sarebbe stato bello avere un arrangiamento di fiati e, ovviamente, ho pensato immediatamente a Roy. Mr Paci è, a mio avviso, un musicista capace di far sentire tutta la passione, tutto il suo amore per la musica in ogni nota che scrive e suona".

La storia di Diodato e Paci a Sanremo. Le storie dei due musicisti a Sanremo è diversa: Diodato, infatti, ha già calcato il palco dell'Ariston nel 2014, quando partecipò, arrivando secondo con "Babilonia", nella sezione "Nuove proposte". Quella partecipazione fu un trampolino per il cantante pugliese che dopo poche settimane fu chiamato da Fabio Fazio come ospite fisso nella coda di "Che tempo che fa", portandolo a registrare "E forse sono pazzo", in cui era inclusa anche la canzone festivaliera, prima di "A ritrovar bellezza" del 2014, in cui rileggeva alcuni dei classici del cantutorato italiano. nel 2017 pubblica il secondo album di inediti "Cosa siamo diventati", mentre a novembre ha lanciato "Cretino che sei", il nuovo singolo che ha dato il via a questa nuova avventura. Nonostante le tantissime collaborazioni (Vinicio Capossela, Ivano Fossati, Daniele Silvestri, Manu Chao, Mike Patton, tra gli altri) in una carriera che lo ha visto pubblicare 9 album, assieme agli Aretuska e ai Corleone, per Roy Paci è la prima volta da concorrente, "dopo anni di arrangiamenti per altri e un’esperienza come direttore d’orchestra" ha spiegato.

Dici che torneremo a guardare il cielo
Alzeremo la testa dai cellulari
Fino a che gli occhi riusciranno a guardare
Vedere quanto una luna ti può bastare
E dici che torneremo a parlare davvero
Senza bisogno di una tastiera
E passeggiare per ore per strada
Fino a nascondersi nella sera
E dici che accetteremo mai di invecchiare
Cambiare per forza la prospettiva
Senza inseguire una vita intera
L’ombra codarda di un’alternativa
E dici che troveremo prima o poi il coraggio
Di vivere tutto per davvero
Senza rincorrere un altro miraggio
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Dici che riusciremo a sentire ancora
Un’emozione prenderci in gola
Quando sei parte della storia
Fino a riuscire ad averne memoria
E dici che avremo prima o poi il coraggio
Di vivere tutto per davvero
Senza rincorrere un altro miraggio
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
E tu che nome dai
Al tuo coraggio
Al non volere mai ammetter che
Al non volere capire che
Adesso è tutto ciò che avremo
Adesso è tutto ciò che avremo
Capire che adesso è tutto ciò che avremo
Adesso è tutto ciò che avremo
Dici che torneremo a guardare il cielo.