838 CONDIVISIONI
La morte di Michele Merlo di Amici
8 Giugno 2021
15:20

Morte di Michele Merlo, aperta inchiesta per omicidio colposo

La Procura di Bologna ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo in merito alla vicenda di Michele Merlo, morto per una leucemia fulminante a Bologna. L’ufficialità arriva dopo la denuncia dei genitori del cantante, che hanno richiesto un’autopsia e un’indagine approfondita, in particolare in merito alla visita di Merlo al pronto soccorso dopo i primi sintomi che hanno portato all’emorragia cerebrale.
A cura di Valeria Morini
838 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte di Michele Merlo di Amici

In merito al decesso di Michele Merlo, il cantante lanciato da Amici 2017 e morto per una leucemia fulminante il 6 giugno all'Ospedale Maggiore di Bologna, è stata aperta un'inchiesta per omicidio colposo. Lo fa sapere il procuratore capo Giuseppe Amato in una nota: "Risulta pervenuta alla Procura di Bologna la denuncia dei familiari di Michele Merlo con la quale in relazione al decesso del ragazzo viene chiesto l'intervento dell'autorità giudiziaria e l'effettuazione di una autopsia giudiziaria". Gli inquirenti ipotizzano "omicidio colposo" e il fascicolo aperto al momento è contro ignoti.

La denuncia dei genitori di Michele Merlo

Michele Merlo con mamma Katia
Michele Merlo con mamma Katia

"Essendovi formale denuncia", aggiunge il pm, "la Procura di Bologna ha iscritto il fascicolo a modello 44, per il reato di cui all'articolo 589 del codice penale, per il necessario svolgimento dell'autopsia e per lo svolgimento delle attività investigative connesse". Domenico Merlo e Katia Ferrari, genitori del cantante prematuramente scomparso, avevano annunciato in mattinata di aver depositato la denuncia presso la magistratura per "verificare se vi siano stati errori o omissioni" e per "chiedere l'avvio delle procedure di sequestro della salma e delle cartelle cliniche". Solo dopo l'autopsia potranno svolgersi i funerali.

Il caso del pronto soccorso di Vergato

La procura di Bologna acquisirà le cartelle cliniche dell'Ospedale Maggiore di Bologna e del pronto soccorso dell'ospedale di Vergato, dove Michele Merlo si era recato mercoledì sera a causa di un grave malessere: come spiegato dal padre Domenico, il giovane accusava un fortissimo mal di testa e un bruciore alla gola, oltre a febbre, sangue dal naso ed ematomi sul corpo. Merlo, però, sarebbe stato mandato a casa senza accertamenti. Le sue condizioni si sono successivamente aggravate e nella notte tra giovedì e venerdì Merlo è stato trasportato in ospedale a Bologna, a seguito di una emorragia celebrale che ha richiesto un delicatissimo intervento. In ospedale è arrivata anche la diagnosi per leucemia promielocitica acuta. Purtroppo, la malattia era a uno stadio già avanzato e Michele Merlo è deceduto nella tarda serata di domenica.

Le parole del padre di Michele

"Ci sono molte ombre in ciò che è accaduto a mio figlio", ha raccontato Domenico Merlo al Corriere della Sera, "Lui si è presentato in ospedale, stava male ma l’hanno rimbalzato. Si è presentato perché il mal di gola persisteva, il sangue gli usciva dal naso, aveva mal di testa. Gli hanno risposto che non poteva intasare il pronto soccorso, e l’hanno mandato via prescrivendogli un antibiotico". Michele si era recato da solo a farsi visitare: "I sintomi che presentava da qualche giorno sono stati interpretati come una banale forma virale". Pare che dopo l'uscita dal pronto soccorso, abbia mandato un messaggio audio alla fidanzata Luna Shirin Rasia in cui si diceva furibondo, per essere stato dimesso perché stava "intasando il pronto soccorso per due placche alla gola". A parlare dei suoi sintomi, prima che si aggravassero, era stato lo stesso cantante, in un post che alla luce di quanto accaduto appare quanto mai straziante ed è l'ultimo pubblicato su Instagram: "Vorrei un tramonto ma mi esplode la gola e la testa dal male. Rimedi?".

838 CONDIVISIONI
32 contenuti su questa storia
La mamma di Michele Merlo a un mese dalla morte: "Mi mancano le nostre cazzate insieme"
La mamma di Michele Merlo a un mese dalla morte: "Mi mancano le nostre cazzate insieme"
Federico Baroni a un mese dalla morte di Michele Merlo: "Ancora non me ne faccio una ragione"
Federico Baroni a un mese dalla morte di Michele Merlo: "Ancora non me ne faccio una ragione"
Il gesto di Aka7even per Michele Merlo a Battiti Live, arriva il grazie della mamma
Il gesto di Aka7even per Michele Merlo a Battiti Live, arriva il grazie della mamma
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni