Madonna all’Eurovision Song Contest (ph Getty Images)
in foto: Madonna all’Eurovision Song Contest (ph Getty Images)

Madonna è stata l'ospite d'onore dell'Eurovision Song Contest che è terminato con la vittoria di Duncan Laurence dei Paesi Bassi e un ottimo secondo posto di Mahmood e della sua "Soldi". Nei giorni scorsi si è parlato molto di quello che sarebbe avvenuto durante l'esibizione della popstar sul palco di Tel Aviv, un palco molto caldo politicamente che nei giorni precedenti all'esibizione era stato teatro di scontri dialettici tra chi si opponeva alla sua performance in Israele e chi la difendeva: "Non smetterò di cantare per seguire l'agenda politica di qualcuno, né smetterò di parlare contro e violazioni dei diritti umani ovunque siano" aveva detto nella sua prima uscita ufficiale prima di sabato, la cantante, in un'intervista alla Reuters e in effetti ha scelto comunque di inserire nella sua doppia performance anche un messaggio di pace e fratellanza.

I problemi di intonazione in Like a Prayer

Madonna, infatti, si è esibita prima in uno dei suoi cavalli di battaglia, ovvero "Like a prayer", come annunciato e poi in "Future", un nuovo pezzo del suo prossimo album "Madame X" che l'ha vista duettare con Quavo dei Migos, una delle rap band più famose al mondo. La cantante è salita sul palco israeliano con un vestito à la Game of Thrones, in stile Greyjoy, ma in maniera rielaborata, attorniata dal suo corpo di ballo per esibirsi in una performance di Like a prayer che pur nella bellezza scenografica ha avuto non pochi problemi per quanto riguarda l'intonazione con la cantante che non è riuscita sempre a mantenere l'intonazione.

Il messaggio si pace tra Israele e Palestina

La fine dell’esibizione di madonna all’Eurovision (Getty Images)
in foto: La fine dell’esibizione di madonna all’Eurovision (Getty Images)

Ma l'esibizione di Madonna era attesa anche per altre ragioni, innanzitutto per il suo nuovo brano, "Future" – che comincia con “Not everyone is coming to the future / Not everyone is learning from the past” ("Non tutti stanno andando verso il futuro, non tutti stanno imparando dal passato") – in cui la cantante ha voluto lanciare un chiaro messaggio politico e di pace. Innanzitutto nel recitato che ha legato le due canzoni, la cantante ha detto, rivolgendosi ai ballerini vestiti con le maschere antigas: "Sono così naive credono che non siamo a conoscenza dei loro crimini, sappiamo tutto ma non siamo ancora pronti all'azione. La tempesta non è nell'aria, è dentro di noi. Voglio parlarvi di amore e solitudine ma si sta facendo tardi adesso, riuscite a sentire al di fuori delle vostre magliette Supreme che il vento ha cominciato a soffiare?". Alla fine dell'esibizione, poi, gli ultimi due ballerini che hanno dato le spalle al pubblico per andare via abbracciati avevano sulla schiena le bandiere di Israele e della Palestina e la stessa cantante, prima di sparire precipitando dietro il palco ha urlato "Wake up" ("Svegliatevi!"). L'associazioni delle emittenti EBU ha spiegato che non era a conoscenza di questa parte dell'esibizione: "L'Eurovision Song Contest non è un evento politico e Madonna avrebbe dovuto saperlo". Nel video sotto l'esibizione comincia dopo 2 ore, 56 minuti e 16 secondi

La polemica con gli islandesi Hatari

Un'altra polemica politica è scoppiata durante le votazioni, quando la band islandese degli Hatari ha cacciato in diretta le bandiere della Palestina, creando un po' di scompiglio. La band metal, una delle più amate dal pubblico, anche grazie alle loro maschere e a un'esibizione scenografica enorme, infatti, ha riportato sui loro canali social il momento esatto in cui, dopo aver mostrato le sciarpe in diretta televisiva sono stati costretti a consegnarle agli addetti della manifestazione. Nel video si vede il cantante mascherato che si riprende in silenzio mentre un uomo chiede di consegnare le due sciarpe mostrate poco prima.

Il secondo posto di Mahmood

Madonna era l'ospite atteso di questa finale dell'Eurovision che dopo quattro giorni di gara si è conclusa con la vittoria del rappresentante dei Paesi Bassi Duncan Laurence che ha vinto con la canzone "Arcade", togliendo per qualche punto la soddisfazione di riportare la manifestazione in Italia a Mahmood, il nostro rappresentante, arrivato al secondo posto con "Soldi", canzone che si, però, aggiudicata il Composer Awards.