Takagi, Ketra e Giusy Ferreri (ph Edward Scheller)
in foto: Takagi, Ketra e Giusy Ferreri (ph Edward Scheller)

Con "La luna e la gatta", canzone in cui cantava un trio d'eccezione formato da Tommaso Paradiso, Calcutta e Jovanotti, che ancora naviga in classifica (questa settimana è tredicesimo nella classifica singoli della FIMI) anche se non è nelle posizioni alte della classifica radiofonica, Takagi e Ketra ci ritentano con un nuovo singolo, quello estivo che cercherà di fare il bis di "Amore e Capoeira" che li vedeva collaborare con Giusy Ferreri e Sean Kingston il cui video ha al momento oltre 150 milioni di visualizzazioni. E proprio l'ex concorrente di X Factor è tornata a cantare con il due produttori nella nuova "Jambo" che come per quella canzone vede la collaborazione di un altro ospite, ovvero il cantante giamaicano OMI.

Di cosa parla Jambo

Afro Beat a 130 bpm per questo pezzo che da oggi è disponibile in radio e in digitale e il cui titolo in swahili significa "ciao, un saluto rivolto rigorosamente con il sorriso di chi non ha bisogno di niente… per essere felice". La band infatti passa dal Sud America all'Africa, anche nei luoghi citati nel testo della canzone, "tra il cielo e la savana tutto girava, jambo huana dicevi tu guardando me" canta Giusy Ferreri in questo pezzo che riporta, appunto, ai panorami africani e parla della voglia di ballare ("Continua a ballare fino a quando ti pare, come un’onda che sale e continua a cantare finché il tempo non scade, finché il mondo non cade").

La coreografia del video di Jambo

E a proposito di ballo, anche il video in uscita girerà attorno a un ballo tradizionale africano, con una coreografia – come sottolinea anche la nota stampa – che "vede la straordinaria direzione artistica e partecipazione di Sherrie Silver", ballerina, attrice e istruttrice di afrodance che usa la danza per aiutare le persone che hanno più bisogno e in passato ha collaborato con Rihanna, Nicky Jam, Lady Gaga, Rita Ora oltre ad aver curato la coreografia del video "This Is America" di Childish Gambino.