Fenomeno del 2018, fenomeno del 2019 in attesa di capire se sarà fenomeno anche del 2020. Parliamo di Ultimo, uno dei grandi eventi della musica italiana di questi ultimi mesi, che dopo la vittoria tra i giovani al Festival di Sanremo nel 2018 con "Il ballo delle incertezze" e oltre un anno nelle prime posizioni della classifica con "Peter Pan" ha bissato il successo passando sempre per il palco dell'Ariston, arrivando secondo tra i Big con la canzone "I tuoi particolari", e pubblicando l'album "Colpa delle favole", che ha passato cinque settimane in testa alla classifica degli album più venduti e adesso e perennemente sul podio (terzo nell'ultima settimana).

Un amore più forte della malattia

Il cantante ha pubblicato il video dell'ultimo singolo "Ipocondria", canzone che parte da un disturbo che la Treccani definisce come "preoccupazione ansiosa, organicamente infondata, relativa alla propria salute o alla condizione di particolari organi interni" e che affligge il cantante che l'ha voluta usare come metafora per l'amore che prova, in grado anche di curarla: "Sì lo so lo dici spesso m'ha cambiato ‘sto successo, è che quelli come me buttano l’oro dentro al cesso. Non gli danno mai importanza e poi si senton sempre soli, hanno il ghiaccio dentro al cuore e hanno i fiori nei polmoni. Ma in fondo ho dato tutto, ma questa è anche colpa mia, è che mi piaci perché curi questa bastarda ipocondria" canta in quest'ultimo singolo, in cui non manca a che il racconto di questo senso di colpa del successo che lo insegue un po' in molte delle sue canzoni.

Il video di Ipocondria

È un amore vissuto a distanza quello che vive il protagonista di questa canzone, ma nonostante ciò è vissuto come se fosse sempre presente: "A me va bene anche distanti, a me va bene anche distanti, tanto ti porto con me" si ascolta nel pezzo che lo stesso Moriconi descrive così: "Nel momento in cui due cerchi si sovrappongono non hanno più nulla da condividere, se non lo spazio che li accomuna". Il video è stato girato dal regista Emanuele Pisano e prodotto da DM Communication Srl, con la produzione esecutiva di Luca Tornatore: "Un medico e un'infermiera si trovano al comando di un’insolita casa di cura. Tra i pazienti ricoverati, affetti da disturbi strani e alquanto buffi, anche Ultimo si ritrova protagonista della clinica in cui cerca di trovare rimedio alla sua strana.