È cominciato il conto alla rovescia per la 68esima edizione del Festival della canzone italiana, che si terrà al Teatro Ariston di Sanremo dal 6 al 10 febbraio 2018. Si tratta di uno degli eventi, musicali e televisivi, più attesi dell'anno, che verrà trasmesso in diretta su Rai 1 e in Eurovisione per la gioia di tutti gli appassionati. Tante le novità in arrivo: non solo il cambio al vertice della kermesse, con Claudio Baglioni nominato direttore generale e conduttore al posto di Carlo Conti, ma anche modifiche al regolamento, che riguardano in particolare il sistema di voto, sempre misto tra la giuria popolare, quella demoscopica e la Sala Stampa, e l'assenza di eliminazioni fino alla serata finale. Insomma, la febbre per la competizione sale sempre di più: ecco le ultime indiscrezioni sugli artisti in gara, il toto-nomi sui super ospiti e coloro che presenteranno la manifestazione insieme al padrone di casa.

Hunziker e Favino al fianco di Baglioni.

Dopo giorni di toto-nomi, a meno di un mese dal Festival di Sanremo, è arrivata la conferma che tutti aspettavano: Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino saranno i conduttori della manifestazione insieme a Claudio Baglioni. Della showgirl di origine austriaca e dell'attore romano come i favoriti per salire sul palco dell'Ariston si vociferava da tempo, poi è arrivata l'ufficialità proprio di Baglioni nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'evento. "Io posso solo dire che sono davvero gasatissima – ha detto la Hunziker -. Ho scoperto di fare il Festival prima dai giornali, e a quel punto pensavo di essere bruciata, poi però è arrivata la chiamata di Claudio. Sarà meraviglioso, per noi che siamo fan di Baglioni, mi sento tranquilla perché a livello musicale è il numero uno". Per lei, tuttavia, non è la prima volta, a differenza del suo partner: aveva già condotto la kermesse nel 2007 al fianco di Pippo Baudo. Chissà che insieme non riescano a ottenere e magari a sperare il successo raggiunto lo scorso anno dall'inedita coppia formata da Carlo Conti e Maria De Filippi.

DopoFestival: ci sarà anche Stefano Bollani?

Come da tradizione, non mancherà neppure quest'anno il DopoFestival, uno spazio, come ha sottolineato Baglioni nel corso della conferenza stampa di presentazione della kermesse, "che deve tornare ad essere una vetrina per la competizione". Dopo due anni firmati da Nicola Savino e dalla Gialappa's Band, nel 2018 ci sarà un altro cambio al timone. La scelta potrebbe cadere sul famoso compositore Stefano Bollani, che tuttavia ha già alle spalle alcune esperienze televisive: nel 2011 e nel 2013 ha condotto su Rai 3 "Sostiene Bollani", mentre nel 2016 p stato il protagonista dello show su Rai 1  "L'importante è avere un piano". Ma si attende ancora l'ufficialità del nome.

Venti big in gar e 8 giovani: sorprese e conferme.

Tra graditi ritorni, duetti inediti e prime volte storiche, l'edizione 2018 del Festival di Sanremo si preannuncia ricca di artisti che hanno fatto la storia della musica italiana. Oltre alla battaglia degli ex Pooh, con Roby Facchinetti e Riccardo Fogli che dovranno vedersela contro Red Canzian, ci sarà l'atteso ritorno di Ornella Vanoni che salirà sul palco con Bungaro e Pacifico, oltre a quello di Luca Barbarossa, di Ron, di Renzo Rubino, dei Decibel e di Max Gazzè. Ancora, ci saranno Elio e le Storie Tese, e probabilmente sarà una delle ultime volte che suoneranno insieme dopo aver annunciato annunciato il loro scioglimento, Ermal Meta con Fabrizio Moro, Nina Zilli, Annalisa, Noemi, Giovanni Caccamo, Le Vibrazioni e Mario Biondi. Grande attesa per la coppia composta da Enzo Avitabile e Peppe Servillo e per quella di Diodato e Roy Paci. Prima volta all'Ariston per Lo Stato Sociale e The Kolors. A loro si affiancheranno le otto Nuove Proposte scelte nel corso di "Sarà Sanremo".

Ospiti italiani e internazionali in lizza.

La lista degli ospiti italiani e internazionali che potrebbe calcare il palco dell'Ariston è lunga ma non è possibile averne i nomi perché si attendono indicazioni più precise e ufficiali. Lo ha annunciato Claudio Baglioni a meno di un mese dall'inizio del Festival. "Confermiamo Laura Pausini, Sting e Liam Gallagher, vedremo se confermeranno anche loro", sono state la parole del direttore artistico. Il quale ha anche sottolineato come non ci sarà alcuna star di Hollywood tra i super ospiti, come era successo negli anni scorsi. "Non credo che il Festival debba ospitare di tutto – ha dichiarato -, ma tutto ciò che si fa deve essere di massimo livello e intonato al resto. Escluderei quel tipo di intervento, mentre gli ospiti comici sono contemplati, alcuni saranno anche a sorpresa". E comunque, anche per chi ci sarà, vale una regola che suona come una piccola rivoluzione. "Devono venire a cantare qualcosa di matrice italiana, non vogliamo che sia una passerella per la musica di altri Paesi". Maggiori dettagli arriveranno solo nei prossimi giorni. È probabile che qualche altro artista nostrano andrà a fare visita a Baglioni, come l'amico e collega Gianni Morandi, ma anche in questo caso si attendono conferme.

Dove e come acquistare i biglietti per assistere al Festival.

Anche se la Rai trasmetterà in diretta tutte le cinque serate del Festival di Sanremo, è innegabile che assistere dal vivo allo spettacolo dell'Ariston è un sogno che molti vorrebbero realizzare. Un modo per farlo c'è: basta acquistare uno degli ambiti biglietti, anche se l'impresa è tutt'altro che semplice, dato che i tagliandi vanno sempre a ruba e a volte anche a prezzi molto elevati. C'è addirittura chi è disposto a spendere più di mille euro pur di avere per sé una delle poltrone in sala. I ticket possono essere comprati a partire dall'8 gennaio 2018 direttamente alle biglietterie del teatro, con gli abbonamenti che "costeranno come lo scorso anno, e cioè 1290 euro per la platea e 672 per la galleria".