Claudio Baglioni (LaPresse).
in foto: Claudio Baglioni (LaPresse).

Manca poco alla sessantottesima edizione del Festival di Sanremo. Tante sono le curiosità della kermesse del 2018 dedicata alla canzone italiana, che si svolgerà al Teatro Ariston dal 6 al 10 febbraio prossimi. Oltre ad alcuni punti fermi, come la durata delle canzoni e la distinzione tra "Campioni" e "Nuove Proposte", non mancano alcune novità che riguardano lo svolgimento della competizione, il sistema delle eliminazioni e la scaletta delle esibizioni, come previsto dal regolamento diffuso online dalla Rai. Ecco, allora, tutto quello che ancora non sapete su uno degli eventi musicali più attesi dell'anno in Italia e non solo.

Diminuisce il numero dei cantanti "big"

Cominciamo col dire che la novità più importante del Festival di Sanremo 2018, oltre al direttore artistico e conduttore, Claudio Baglioni, che è stato scelto per sostituire Carlo Conti, riguarda il numero dei cantanti in gara nella categoria "Campioni". Dai 22 dello scorso anno, si passa infatti ai 20 di questa edizione. La competizione si svolgerà in 5 serate, dal 6 al 10 febbraio, tra cui la serata evento, quella del 9, in cui i cantanti di questa categoria interpreteranno il proprio brano accompagnati da un altro artista ospite, designato in accordo con il Direttore artistico e con la direzione della Rai, che ancora una volta trasmetterà in diretta la kermesse. Insieme a loro, ci saranno anche gli 8 giovani della categoria "Nuove Proposte".

Non ci saranno eliminati fino alla serata finale

Nel corso delle cinque serate la giuria di esperti, quella Demoscopica e il pubblico da casa potranno decidere chi incoronare campione della musica italiana secondo un sistema misto che non prevede eliminazioni fino alla serata finale. Vediamo di seguito il dettaglio:

  • prima e seconda serata: i 20 Big si esibiranno tutti nella prima serata del Festival. Le singole esibizioni verranno valutate con un sistema misto, dalla Giuria della Sala Stampa, dal televoto da casa e dalla giuria Demoscopica. Nel corso della seconda serata, si esibiranno solo in 10, mentre ci sarà spazio per conoscere tutti gli otto brani dei concorrenti della categoria "Nuove Proposte". Anche in caso caso, le votazioni seguono il sistema misto;
  • terza serata: si aprirà con l'esecuzione delle restanti 10 canzoni in gara nella categoria "Campioni". Al termine della serata, in cui si esibiranno anche le 8 nuove proposte, sarà stilata una prima classifica dei 20 campioni risultante dalla medie dei voti ottenuti tra le prima puntata e le due successive;
  • quarta serata: è prevista l'esibizione dei Big accompagnati da artisti ospiti che duetteranno con loro sulle note della canzone in gara. Addio, dunque, alle cover. Le votazioni avverranno sempre con sistema misto. La media tra le percentuali di voto ottenute nel corso della serata e quelle delle serate precedenti determinerà una classifica delle 20 canzoni in competizione. Si esibiranno anche gli 8 giovani, tra i quali verrà nominato il vincitore;
  • quinta serata: si esibiranno di nuovo i 20 big in gara. Al termine delle votazioni, che si effettueranno tramite sistema misto, verrà stilata una classifica data dalla media del risultato ottenuto nella serata corrente e in quelle precedenti. I tre che risulteranno più votati potranno cantare ancora una volta il proprio brano e concorrere alla vittoria finale. Il trionfatore della kermesse verrà proclamato al termine della serata.

Come partecipare al televoto

Chiunque voglia può partecipare attivamente alla scelta del vincitore del Festival di Sanremo. Oltre alla giuria della sala stampa, composta da giornalisti accreditati, quella degli esperti del mondo della musica e la demoscopica, anche il pubblico può e deve fare la sua parte attraverso il televoto, riservato ai maggiorenni e fruibile da utenze fisse e mobili, tramite il sito ufficiale della Rai o la app Rai.tv per smartphone e tablet iOS e Android.

I brani possono anche essere in dialetto

Non tutti sanno che per partecipare al Festival di Sanremo le canzoni in gara devo rispettare alcuni requisiti fondamentali, pena esclusione. Sembra scontato, ma è chiaramente richiesto che tutti i brani, sia gli inediti che le cover, siano in italiano. È tuttavia ammessa la presenza di parole o frasi dialettali o in lingua straniera, purché non siano tali da snaturare il complessivo carattere "locale" del testo. Se si sceglie una canzone internazionale per la cover questa dovrà essere preventivamente tradotta.

Le canzoni non possono durare più di quattro minuti

I brani interpretati nella categoria "Campioni" non possono superare la durata complessiva di 3 minuti e mezzo, mentre quelli delle "Nuove Proposte" i tre minuti totali. Infine, devono tener conto della vigente normativa in materia di tutela dei minori e non devono contenere alcuna pubblicità diretta o indiretta o incitare all'odio e alla violenza. Tutte le canzoni devono essere cantate dal vivo e con il supporto dell'orchestra della Rai. I supporti digitali possono essere utilizzati solo nel caso in cui non possono essere riprodotti in diretta dai musicisti del Teatro Ariston.