Si chiama Sylvia Catasta la direttrice d’orchestra che accompagna Elodie a Sanremo 2020. Nata a Lido di Fermo, ha cominciato a studiare flauto da quando aveva 10 anni. Una volta scoperta la passione per la musica, non si è più fermata. È stata Elodie a volerla a Sanremo per due motivi: per la bravura indiscutibile che le ha permesso di lavorare con artisti di calibro di Ezio Bosso e con i Muse e perché è donna. “Ho scelto una donna per dirigere l'orchestra con la supervisione di Dardust, Sylvia Catasta. Ci tenevo che fosse una donna, è un ruolo che non vediamo spesso, in giro ci sono poche musiciste ma anche poche produttrici. Spero di poter lavorare con più produttrici donne in futuro” aveva dichiarato la cantante prima di partecipare a Sanremo con la canzone "Andromeda".

Chi è Sylvia Catasta

Sylvia Catasta è marchigiana e non è un volto nuovo al Festival di Sanremo. È la prima volta che partecipa al concorso in qualità di direttrice d’orchestra ma vi aveva già preso parte da arrangiatrice. Ha cominciato a studiare musica quando aveva 10 anni, specializzandosi nel flauto traverso prima di spostarsi a Milano, diplomandosi con il massimo dei voti presso l’istituto Giuseppe Verdi. Numerosi sono gli artisti con i quali ha collaborato. Tra gli altri Ezio Bosso, Mika, i Muse, Adriano Celentano, Negramaro, Elisa, Pacifico, Stadio e Saturnino.

Le donne direttrici d’orchestra a Sanremo 2020

Sylvia Catasta non è l’unica donna direttrice d’orchestra a Sanremo. Oltre a lei, che accompagna Elodie, in gara c’è Beatrice Antolini, musicista originaria di Macerata che dirige l’orchestra per Achille Lauro che ha portato al Festival il brano “Me ne frego”. Sylvia si è detta orgogliosa di essere stata scelta per accompagnare Elodie a Sanremo: “Certamente salire sul palco dell’Ariston come direttrice d’orchestra mi fa molto piacere, ma la soddisfazione più grande è che Dario “Dardust” Faini mi ha chiamata. Elodie ha espresso un desiderio, voleva una figura femminile, e Dario che è il produttore e il co-autore del brano, ha fatto la scelta e mi ha chiamata per dirigere l’orchestra”.