C'è aria di frecciatine, nella seconda giornata del Festival di Sanremo 2016. Protagonisti dell'ultimo episodio che sta "infiammando" la kermesse è Morgan, in gara tra i 20 Big con i suoi Bluvertigo, e – indirettamente – Fabio Fazio.

Se Marco Castoldi aveva aperto la sua partecipazione al Festival con una clamorosa gaffe (la caduta in skateboard sul red carpet), stavolta ha deciso di togliersi, come lui stesso ha detto, "un sassolino dalla scarpa" in merito a un fatto di qualche anno fa. Intervistato all'indomani dell'esibizione dei Bluvertigo con "Semplicemente", ha spiegato di essere stato chiamato all'Ariston ai tempi della gestione di Fabio Fazio, ma poi scartato dallo stesso conduttore.

Mi voglio togliere un sassolino dalla scarpa: Fazio mi chiamò per fare Sanremo. Ho fatto un pezzo che era molto bello secondo me, anche meglio di questo. Ha detto che non gli piaceva e mi ha lasciato a casa. Chi gliel'ha fatto fare di chiamarmi?

Fazio condusse il Festival di Sanremo due volte, nel 1999 e nel 2000, affiancato rispettivamente da Laetitia Casta e Renato Dulbecco e da Teo Teocoli, Luciano Pavarotti ed Inés Sastre. I Bluvertigo sarebbero saliti finalmente sul palco della manifestazione sanremese nel 2001, con "L'Assenzio" (brano classificatosi all'ultimo posto).

Morgan: "Questo Sanremo è il Festival delle canzoni"

Morgan ha inoltre aggiunto di stimare molto Carlo Conti e la sua gestione del Festival, lodando la scelta del programma musicale:

Carlo Conti è stato molto serio. Ha apprezzato tanto la canzone e da quando l'ha sentita ha detto: ‘Ti prego, portamela a Sanremo'. quindi sono certo che questo è il Festival delle canzoni. Mi è sembrato molto serio questo atteggiamento.

Per il momento non sono arrivate repliche da parte di Fabio Fazio.