Federico Baroni e Michele Merlo, grandi "Amici" e colleghi accomunati dall'esperienza del talent show di Maria De Filippi. Raggiunto da Fanpage.it all'esterno dell'Ospedale Maggiore di Bologna, il cantante ha ricordato l'amico stroncato da una leucemia fulminante: "Ero molto legato, c'era un rapporto fraterno, un rapporto che era anche di amore-odio, ma era una di quelle amicizie che ti portavi sempre dietro". La speranza che la morte di Mike Bird non lasci la sua musica e la sua arte nell'oblio: "Dobbiamo tenere in vita la sua arte, la sua musica, la sua idea e la sua persona". 

Le parole di Federico Baroni

Federico Baroni ha reso omaggio a Michele Merlo ricordando la sua voglia di vita, la sua particolarità di essere "viscerale, nell'amore come nell'amicizia e nei rapporti con la famiglia". Era un ragazzo speciale, racconta Federico Baroni, "viveva e ha vissuto al massimo":

Ero molto legato a lui, c'era un rapporto fraterno, abbiamo vissuto insieme e fatto un sacco di esperienze musicali. Insieme a Roma, siamo stati a Rimini, a Bassano. C'era amore e odio tra noi. Lui era uno di quegli amici che non hai bisogno di sentire sempre ma che dopo un mese, due mesi, basta un messaggio e una parola e scoppia tutto come sempre. Era uno di quegli amici che ci sono sempre. Era viscerale, nell'amore come nell'amicizia e nei rapporti con la famiglia. Viveva e ha vissuto al massimo. È brutto da dire però grazie a questa cosa, un sacco di persone capiranno quanto è importante per un ragazzo esprimersi attraverso la musica e attraverso i sentimenti. Sono sicuro che da lassù ci vede e sta continuando a mandarci tutte le sue energie e la sua musica. Dobbiamo tenere in vita la sua musica, la sua arte, la sua idea, la sua persona. Nel mio piccolo, cercherò di farlo.

La morte di Michele Merlo

Michele Merlo era stato trasportato all'ospedale Maggiore di Bologna e sottoposto a un intervento chirurgico d’urgenza nella notte tra giovedì e venerdì, a seguito di una emorragia cerebrale. La malattia si è scatenata all'improvviso così come le condizioni sono precipitate nel giro di poco, tanto che domenica mattina il ragazzo era già in coma farmacologico. Nel tardo pomeriggio di ieri, il padre del cantante Domenico Merlo, ha rivelato che nella giornata di mercoledì il cantante era andato di sua spontanea volontà al pronto soccorso dell'Ospedale di Vergato ma è stato mandato via con una diagnosi sbagliata: "Gli avevano detto che aveva placche alla gola".