Non un singolo, ma neanche lungo come un album, l'EP (abbreviazione di Extended Play) è un formato discografico che risale all'epoca del vinile e, per capirsi, è una raccolta di brani con troppe poche canzoni per essere considerato un album a tutti gli effetti, ma che resiste all'usura del tempo e, anzi, in questi ultimi anni – grazie all'esplosione del digitale e dello streaming in particolare – è diventato un buon modo per essere sempre sul pezzo in maniera alternativa. Di questi tempi, infatti, con la rivoluzione discografica dovuta allo streaming, che ha riportato un po' di ossigeno al mercato, e in particolare delle playlist, c'è stata una riscoperta del singolo, in un'ottica anche slegata da un album in cui dovrà essere contenuto: insomma, tanti artisti pensano a pubblicare una canzone appena è pronta e solo successivamente penseranno se includerla o meno in qualche album.

Un Ep da primo in classifica per Jova

Una via di mezzo tra la vecchia scuola dell'album e quella molto trap del singolo pare essere proprio l'Ep che serve come lancio anche di qualche progetto, un modo per dare ai fan qualche novità in vista, ad esempio, di un tour. È quello che ha pensato di fare Jovanotti, per dire che ha pubblicato "Jova Beach Party" (il nome riprendere pedissequamente quello del suo prossimo tour sulle spiagge), Ep, appunto, composto da sette canzoni nuove, lanciato dal singolo "Nuova Era", prodotto da Dardust, "realizzato come colonna sonora inedita delle feste in spiaggia, che partiranno il 6 luglio da Lignano Sabbiadoro". Per adesso la scelta è stata azzeccata e il cantante si ritrova al primo posto sia nella classifica FIMI degli album più ‘venduti' della settimana che in quella dei pezzi più trasmessi in radio.

Il ritorno in inglese di Elisa

Contemporaneamente all'uscita di Jova c'è stata anche quella di Elisa che ha voluto tentare un ritorno alle origini, con un Ep cantato completamente in inglese, ovvero "Secret Diaries" che contiene 5 brani inediti ("Feeling this way" è la traduzione di "Con te mi sento così", presente nel suo ultimo album). Di questo non ci sono notizie sulla classifica perché non rientra nei parametri presi in considerazione per gli album (almeno sei canzoni o, se di meno, almeno 25 minuti): l'Ep è arrivato a corredo dell'annuncio di un nuovo tour nei palazzetti per la cantante di Monfalcone.

La Gelida estate di Guè Pequeno

Un altro annuncio a sorpresa è stato quello di Guè Pequeno che a pochi giorni dalla fine di The Voice e dopo aver girato l'Italia con il suo Sinatra Tour, dal nome dell'album uscito nel 2018, ha annunciato l'uscita di Gelida Estate che sarà pubblicato il prossimo 21 giugno. Forse il rap è il genere che maggiormente ha messo alla prova i diversi formati, tra album, ep, singoli, mixtape, street album e per questo solitamente sorprende meno. Il rapper milanese parla di "un vero e proprio lavoro inedito, ispirato dalle atmosfere che dominano la stagione calda: dalle suggestioni latine alla dance anni '90, dalla afro-trap alle atmosfere eteree che ti fanno viaggiare con la mente".