Incredule davanti alla morte di una persona così giovane, in maniera così improvvisa, Federica Carta e MyDrama, nome d'arte di Alessandra Martinelli, che nell'intervista a Fanpage.it, hanno raccontato il loro stato d'animo per la scomparsa del giovane 28enne, avvenuta lo scorso 6 giugno dopo una leucemia fulminante. Con Federica Carta il cantante aveva condiviso un percorso lungo quanto personale, essendo stati entrambi protagonisti della sedicesima edizione di Amici. Con Mydrama, invece, il contatto era avvenuto tramite Instagram, dove si erano scambiati alcuni messaggi.

Il ricordo di Federica Carta

Durante l'intervista a Fanpage.it, in cui Federica Carta e Mydrama hanno presentato il loro ultimo singolo "Tocca a me", raccontando l'impegno sociale nella lotta alla omotransfobia e il loro apporto per una maggiore inclusione, le due artiste hanno affrontato anche la morte di Michele Merlo, il giovane cantante 28enne scomparso a causa di una leucemia fulminante. Proprio con Federica Carta, il cantante aveva trascorso alcuni dei mesi più importanti della sua vita durante la 16° edizione del talent Amici. Una scomparsa che ha molto colpito la cantante, che non è riuscita a spendere molte parole per la commozione trattenuta, ma ha lasciato il suo pensiero in una frase: "Più che altro non mi sento di dire molto, perché potrei scoppiare a piangere. Spero soltanto che abbia trovato la sua pace".

Il pensiero di Mydrama

Una mano durante l'intervista è arrivata proprio da Mydrama, che ha voluto commentare la scomparsa di Michele Merlo, ricordando anche come si erano conosciuti: "Io l'ho conosciuto su Instagram e al momento della notizia, è stato difficile realizzare la cosa perché era veramente giovane, soprattutto una cosa improvvisa". La cantante ha voluto garantire comunque il suo supporto e anche quello di Federica Carta, che cercava di trattenere l'emozione: "Cercheremo di stare vicino alle persone che gli sono più care a lui. È molto difficile come discorso, hanno condiviso una grossa esperienza come quella di Amici assieme. È difficile".