Mahmood (LaPresse)
in foto: Mahmood (LaPresse)

"Mahmood, mah. La canzone italiana più bella?!? Io avrei scelto Ultimo, voi che dite??", questa frase, ormai, è scolpita nei social del dopo Sanremo 2019, quando era ancora calda la vittoria di "Soldi" del praticamente sconosciuto ai più Mahmood, cantante che in passato aveva tentato la strada talent in parallelo con quella di autore che l'aveva comunque portato a scrivere un pezzo com "Hola (I Say)" di Marco Mengoni, tra le canzoni più apprezzate i fine 2018, inizio 2019. In poche settimane il cantante milanese – che nell'ambiente era, appunto, tutt'altro che sconosciuto – era riuscito a vincere una delle due finali di Sanremo Giovani, aggiudicandosi l'accesso direttamente al palco dell'Ariston dove avrebbe gareggiato tra i Big.

Perché Mahmood conquistò il pubblico

Nessuno, ormai è noto, avrebbe scommesso troppo sulla sua vittoria, ma già dopo la prima serata quel ‘clap clap', quella melodia e quel testo avevano cominciato a far breccia nel cuore degli italiani. Il pezzo era stato reso solido grazie alla produzione di due talenti come Charlie Charles, re Mida della trap italiana, e Dardust, autore e produttore tra i più noti del pop italiano. Insomma, la canzone piaceva, l'hook era entrato in testa e questo ragazzo timidissimo, poco incline alla risata (almeno in pubblico) pian piano è andato a conquistare quello che è ancora l'evento musicale più importante del Paese.

Il primato di Soldi in streaming

La sua vittoria, ma soprattutto quel nome e le sue origini, avevano scatenato subito inutili e sterili polemiche (quella "canzone italiana" del post di Salvini gridava vendetta, al punto che a La Stampa aveva fatto marcia indietro dichiarando: "È un ragazzo italiano che suo malgrado è stato eletto a simbolo dell'integrazione – spiega – ma lui non si deve integrare, è nato a Milano") e in molti, lontani dal mondo sonoro del cantante, di "Soldi" e in generale dalle nuove sonorità, erano rimasti basiti di fronte a quell'affronto: a Sanremo deve vincere la canzone sanremese, no? No. E a quattro mesi di distanza e un secondo posto all'Eurovision, "Soldi" si conferma come la canzone italiana più ascoltata su Spotify (leader per quanto riguarda lo streaming) con oltre 80 milioni di stream e un video da 100 milioni, traguardo non semplicissimo soprattutto per la musica italiana. Senza nulla togliere a Ultimo – che comunque ha trascorso cinque settimane in testa alla classifica FIMI degli album – "Soldi" merita tutto e per una volta, almeno Salvini si è dimostrato non proprio in linea con i gusti degli italiani.