I Maneskin rappresenteranno l'Italia all'Eurovision, adesso è ufficiale. In una lunga diretta video con i fan, il gruppo romano fresco vincitore del 71esimo Festival di Sanremo ha confermato la propria partecipazione alla manifestazione europea che si terrà dal 18 al 22 maggio a Rotterdam. "Non vediamo l'ora" hanno dichiarato in coro Damiano, Victoira, Thomas e Ethan, "Siamo felici di partecipare e di avere questa occasione".

Le parole dei Maneskin

I Maneskin hanno commentato così la loro vittoria e la conseguente partecipazione al prossimo Eurovision: "Il nostro pezzo era anche anticonvenzionale, ma questo arriva in secondo piano. Noi abbiamo portato la nostra identità, e anche per questo siamo stupiti del risultato perché non ci aspettavamo una ricezione così veloce da parte del pubblico". E ancora sullo stile della loro musica: "Abbiamo portato qualcosa di diverso da quello che si era abituati a vedere sul palco del festival". 

L'Eurovision li aspetta

L'Eurovision ha pubblicato una scheda di commento dei Maneskin che si può trovare disponibile sul sito ufficiale. Con la canzone "Zitti e buoni", i Maneskin hanno vinto il 71esimo Festival di Sanremo e l'opportunità di rappresentare l'Italia al Eurovision Song Contest di Rotterdam.

Il messaggio di Manuel Agnelli

Anche Manuel Agnelli, mentore del gruppo, ha voluto celebrare la vittoria con un lungo post sulle sue pagine ufficiali: "Sono orgogliosissimo di questi ragazzi che hanno saputo crescere e andarsi a prendere quello che gli spettava con coraggio, naturalezza, sincerità e tantissima passione. Ha vinto il festival una band di rock and roll, che significa che ha vinto il festival chi non si è adattato al festival – chi ha rivendicato la propria personalità musicale e non. Chi ha cercato di essere diverso. Certo ci vuole un talento grande come il loro per riuscirci. Ma quando questo talento c’è, e in loro c’è, bisogna difenderlo e onorarlo, portargli rispetto e mostrarlo con orgoglio. Ecco io questi ragazzi li mostro con orgoglio. Mi avete fatto sentire a casa, ancora una volta. Mi avete fatto divertire tantissimo. Mi avete fatto stare bene".