4 Agosto 2021
15:35

I Maneskin svelano la collaborazione con Iggy Pop: I wanna be your slave avrà una nuova versione

Da “I wanna be your dog” a “I wanna be your slave” il passo e breve. I Maneskin, infatti, hanno annunciato la collaborazione con Iggy Pop per una nuova versione del loro ultimo singolo, di cui da qualche giorno è uscito anche il video: “è anche merito suo se abbiamo deciso di formare una band” ha detto la band.
A cura di Francesco Raiola

Da "I wanna be your dog" a "I wanna be your slave" il passo è breve. I Maneskin, infatti, hanno annunciato la collaborazione con Iggy Pop per una nuova versione del loro ultimo singolo, di cui da qualche giorno è uscito anche il video. Nei giorni scorsi la band aveva pubblicato parte di una videochiamata tra Damiano, Victoria, Thomas e Ethan e il rocker americano, che con gli Stooges aveva scritto proprio "I wanna be your dog". La rock band più ascoltata al mondo in streaming (sic), infatti, ha annunciato che il prossimo 6 agosto uscirà una versione del loro singolo in coppia con l'artista americano e contemporaneamente sarà disponibile anche un 45 giri in edizione limitata di "I wanna be your slave" con la versione con Iggy sul lato A e quella originale sul lato B.

Nei giorni scorsi la band aveva parlato di collaborazioni internazionali di cui, ovviamente, non avrebbero potuto parlare e questa è sicuramente la prima. E il feat è di quelli di peso, essendo Iggy Pop uno dei miti e dei simboli del rock mondiale. Ovviamente la collaborazione nasce da una stima reciproca, oltre al fatto che la Arista, etichetta controllata Sony che pubblica i Maneskin negli Usa è stata anche l'etichetta di album come "New Values", "Soldier" e "Party" dell'ex Stooges: "I Maneskin mi hanno entusiasmato enormemente" ha detto Iggy Pop, stando alla dichiarazione contenuta nella nota stampa, mentre la band ha dichiarato che è stato un onore collaborare con lui: "Sentirlo cantare ‘I wanna be your slave', sapere che gli piace la nostra musica e vedere un artista del suo calibro così disponibile nei nostri confronti è stato emozionante. Siamo cresciuti ascoltando le sue canzoni ed è anche merito suo se abbiamo deciso di formare una band. È stato bellissimo avere avuto la possibilità di conoscerlo e fare musica insieme".

Per i quattro artisti, vincitori dell'ultima edizione dell'Eurovision Song Contest è un sogno che si realizza, ovviamente. Un coronamento di un periodo che li vede tra i 15 artisti più ascoltati al mondo su Spotify, con oltre 51 milioni di ascoltatori mensili e con canzoni nelle principali classifiche Usa e Uk. Nonostante la loro canzone più ascoltata e più alta in classifica sia "Beggin'", però, la band ha dichiarato che avrebbe continuato a puntare soprattutto su "Slave". Il motivo è semplice: Beggin' ha potuto godere del successo stratosferico su TikTok e una spinta che l'ha portata anche negli usa, ma la cover è del 2017, quando i Maneskin a livello di suono erano un'altra band. "Slave", invece, che pure ha avuto un grande exploit è contenuta nel loro ultimo album "Teatro d'ira vol. 1" e aderisce maggiormente al nuovo suono verso cui è indirizzata la band, una sonorità più power pop, meno barocca e più essenziale.

I Maneskin pubblicano I wanna be your slave con Iggy pop, dall'estero: "Formaggio rock sensations"
I Maneskin pubblicano I wanna be your slave con Iggy pop, dall'estero: "Formaggio rock sensations"
Perché i Maneskin punteranno più su I wanna be your slave che su Beggin' per il futuro
Perché i Maneskin punteranno più su I wanna be your slave che su Beggin' per il futuro
"I wanna be your slave" dei Maneskin entra nella top ten del Regno Unito
"I wanna be your slave" dei Maneskin entra nella top ten del Regno Unito
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni