168 CONDIVISIONI
1 Giugno 2021
16:16

Il significato di I wanna be your slave, i Maneskin conquistano l’Europa anche oltre Zitti e buoni

La vittoria dei Maneskin all’Eurovision Song Contest ha portato la band italiana a primeggiare nelle classifiche streaming di gran parte dei paesi partecipanti all’edizione 2021. “Zitti e buoni” è spesso nella top 10, ma c’è anche un’altra canzone che si sta facendo valere nelle classifiche europee: “I wanna be your slave”.
A cura di Redazione Music
168 CONDIVISIONI
Maneskin (Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)
Maneskin (Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

La vittoria dei Maneskin all'Eurovision Song Contest ha portato la band italiana a primeggiare nelle classifiche streaming di gran parte dei paesi partecipanti all'edizione 2021. "Zitti e buoni" è spesso nella top 10, ma talvolta anche in testa alle chart Spotify, succede molto in Est Europa, dalla Lettonia all'Ungheria, ma anche in Europa del Nord, dall'Islanda alla Finlandia, con un risultato complessivo che rivela quanto l'Eurovision sia diventato un trampolino internazionale importante, confermato anche dal ritorno dopo oltre 20 anni di una band italiana nella top 20 dei singoli del Regno Unito.

I record dei Maneskin in Europa

Ma la vittoria dell'Eurovision non è stato un viatico solo per il singolo coin cui hanno anche vinto il Festival di Sanremo, quanto per l'album in generale, che è entrato anche in top 10 della classifica Global Album di Spotify (al momento è in dodicesima posizione). Tra tutte le canzoni che compongono "Teatro d'Ira Vol 1" ce n'è un'altra in particolare che ha fatto breccia nei cuori dei fan internazionali della band, ovvero "I wanna be your slave", che per esempio è entrata nella top 100 dei singoli del regno Unito e dopo "Zitti e buoni" è sempre nelle prime posizioni delle classifiche dei Paesi dell'ESC.

Il significato di I wanna be your slave

La canzone, che nel titolo ricorda anche quell' "I wanna be your dog" di Iggy Pop o "I wanna be your lover" di Prince è una canzone che risente del periodo londinese di Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan, come spiega la band nella nota stampa dell'album: "La canzone nasce dalla linea vocale e si sviluppa con un loop ripetuto, con delle caratteristiche dance, ma con un sound crudo e rock, strutturato con un riff che si ripete in modo ossessivo. Scritto a Londra, in questo pezzo abbiamo voluto inserire l’anima da club inglese che si ritrova anche nel testo, dove le varie figure in antitesi vogliono raccontare la sessualità in tutte le sue sfaccettature. L’antinomia che vive in tutti noi e ci rende umani, imperfetti, peccatori e bisognosi di redenzione"

Il testo di I wanna be your slave

I wanna be your slave
I wanna be your master
I wanna make your heart beat
run like rollercoasters
I wanna be a good boy
I wanna be a gangster
cause you can be the beauty
and I could be the monster

I love you since this morning
not just for aesthetic
I wanna touch your body
so fucking electric
I know you scared of me
you said that I’m too eccentric
I’m crying all my tears
and that’s fucking pathetic

I wanna make you hungry
then I wanna feed ya
I wanna paint your face
like you’re my Mona Lisa
I wanna be a champion
I wanna be a loser
I’ll even be a clown
cause I just wanna amuse ya

I wanna be your sex toy
I wanna be your teacher
I wanna be your sin
I wanna be a preacher
I wanna make you love me

168 CONDIVISIONI
"I wanna be your slave" dei Maneskin entra nella top ten del Regno Unito
"I wanna be your slave" dei Maneskin entra nella top ten del Regno Unito
Perché i Maneskin punteranno più su I wanna be your slave che su Beggin' per il futuro
Perché i Maneskin punteranno più su I wanna be your slave che su Beggin' per il futuro
Zitti e buoni, I wanna be your slave e Beggin', come i Maneskin hanno costruito il successo estero
Zitti e buoni, I wanna be your slave e Beggin', come i Maneskin hanno costruito il successo estero
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni