Franco Battiato (ph Roberto Pagliani)
in foto: Franco Battiato (ph Roberto Pagliani)

"Torneremo ancora" è l'ultimo singolo di Franco Battiato, di cui è uscito l'album omonimo con la Royal Philharmonic Concert Orchestra. Il brano sarà l'ultimo pubblicato dal cantante di Milo, come affermato dal suo manager Franz Cattini durante la conferenza stampa di presentazione di questo lavoro. Nessun'altra nota e nessun'altra canzone nel cassetto, per l'artista, a parte un inedito pensato per Tiziano Ferro e composto assieme a Roberto Ferri. La voce di "Torneremo ancora" – composta assieme a Juri Camisasca – è stata registrata due anni fa e stando a quanto dichiarato dalla famiglia e dai collaboratori, il maestro ha seguito, nonostante le condizioni di salute non ottimali – ma in miglioramento, stando alle parole del fratello -, la realizzazione finale della canzone.

Torneremo ancora, sul passaggio dalla vita alla morte

Qualcuno ha visto in "Torneremo ancora" quello che "Blackstar" è stato per David Bowie, ovvero un vero e proprio testamento. Ma se per il cantante inglese quella fu un'operazione studiata perfettamente, a causa della malattia che lo aveva colpito, per Battiato la storia è diversa. Il brano ripercorre senza dubbio uno dei temi che Battiato ha già trattato in passato: "Da anni ho lavorato sulla conoscenza del mistero insondabile del passaggio. Da ‘La porta dello spavento supremo’ a ‘Le nostre anime’ sino al documentario ‘Attraversando il bardo’. ‘Torneremo ancora’ ne è una ulteriore testimonianza" sono le parole attribuite al cantante nella nota stampa che accompagna l'uscita del singolo. Ci sono i concetti di spazio e tempo, l'idea del cosmo e dell'ultraterreno: "La vita non finisce è come il sogno la nascita è come il risveglio finché non saremo liberi torneremo ancora ancora" canta Battiato che cita i migranti di Ganden (una delle tre grandi università monastiche del Tibet), che nulla hanno a che vedere con le migrazioni di cui parliamo quotidianamente ma rappresentano " il percorso delle anime al termine della vita terrena e le vicissitudini che questa nostra esistenza comporta".

Le immagini inedite di Franco Battiato

In alcune immagini rilasciate dalla famiglia dell'artista di Milo – girate, pare, lo scorso agosto – si vede un Battiato apparentemente molto stanco discutere con Pino Pinaxa Pischetola, seguire la realizzazione e parlare, anche se l'audio è off. Immagini che in qualche modo vogliono anche essere una risposta alle polemiche sulla sua salute che da qualche mese hanno seguito l'artista. Il brano probabilmente è il testamento artistico del cantante, l'ultimo in cui si riuscirà a sentire la sua voce e rappresenta senza dubbio un pezzo che rispecchia la carriera di Battiato. Una voce già stanca, quella del Maestro, che resta a suo modo evocativo forse anche per il peso emotivo che ha uno dei più grandi artisti che la Musica abbia visto. Una voce, però, che in qualche modo ancora regge l'impatto di un'orchestrazione che ha trasformato anche gli altri quattordici brani, registrati durante le prove del mini tour che vide il cantante girare l'Italia. Canzoni scelte proprio per la loro adattabilità al riarrangiamento in chiave orchestrale, più che pensate per farne un karaoke.

Le condizioni di salute di Franco Battiato

Nei giorni scorsi, prima dell'uscita di quest'album, sono state tante le polemiche che hanno segnato l'avvicinamento a "Torneremo ancora". A Fanpage.it un collaboratore di Franco Battiato, Roberto Ferri che con lui ha scritto e registrato alla Siae l'inedito "Io non sono io" ha parlato di un'operazione commerciale "che cerca di tenere in vita qualcosa che è già morto": "mi ha sempre detto che non aveva inediti, per sé o per gli altri. E poi questo era praticamente concluso, mancava solo un finale ma testo e musica erano pronti. Non aveva neanche pensato registrarlo personalmente, anzi, voleva che lo facessi io ma gli consigliai di proporlo a qualche nome più altisonante per dare al brano la visibilità che meritava". In conferenza stampa il manager ha spiegato,parlando dell'assenza di Battiato in conferenza: "Non possiamo dire che sta male, ma non sta sufficiente bene per essere presente a parlare di questo nuovo progetto", e confermando l'esistenza dell'inedito scritto con Ferri. Sempre a Fanpage.it il fratello dell'artista ha difeso l'uscita di questo nuovo album, ha ammesso di aver pensato alla vendita della casa di Milo e ha chiarito "Mio fratello riceve continuamente gli amici più intimi, viene curato al meglio e sta superando un momento di difficoltà, anche serenamente".

Il testo di "Torneremo ancora"

Un suono discende da molto lontano
assenza di tempo e di spazio
nulla si crea, tutto si trasforma

La luce sta nell’essere luminoso
irraggia il cosmo intero
cittadini del mondo cercano una terra senza confine

La vita non finisce è come il sogno
la nascita è come il risveglio
finché non saremo liberi
torneremo ancora ancora
e ancora

Lo sai che il sogno è realtà
un mondo inviolato ci aspetta da sempre
i migranti di Ganden in corpi di luce
su pianeti invisibili

Molte sono le vie
ma una sola quella che conduce alla verità
finché non saremo liberi
torneremo ancora ancora
e ancora.