Il Festival di Sanremo si avvia alle due serate conclusive, quella del venerdì dedicata ai duetti degli artisti in gara con gli ospiti e la finale di sabato 9 febbraio. Dopo l'esibizione dei 12 artisti che non avevano ancora eseguito il loro pezzo per la seconda volta, anche la terza serata (qui il racconto minuto per minuto) si è chiusa con l'annuncio della classifica parziale, frutto di un voto composto per il 40% dal televoto, il 30% dalla sala stampa e il 30% restante dalla giuria demoscopica. Come sempre la classifica è suddivisa in tre sezioni (blu, gialla e rossa) che corrispondono a parte alta, media e bassa della classifica. Questo l'esito:

Nella zona Blu ci sono: Simone Cristicchi, Mahmood, Irama, Ultimo

Nella zona Gialla: Enrico Nigiotti, Motta, The Zen Circus, Francesco Renga

Nella zona Rossa: Anna Tatangelo, Nino D'Angelo e Livio Cori, Boomdabash, Patty Pravo e Briga

La classifica parziale della seconda serata

La classifica della seconda serata andrà logicamente aggregata ai risultati della seconda serata di martedì 6 febbraio. Questi gli esiti:

Zona Blu, parte alta: Achille Lauro, Arisa, Loredana Bertè, Daniele Silvestri

Zona Gialla, parte intermedia: Ex-Otago, Ghemon, Il Volo, Paola Turci

Zona Rossa, parte bassa: Federica Carta e Shade, Einar, Negrita, Nek

Come si vota serata per serata

Il sistema di voto del Festival di Sanremo non è uguale per tutte e cinque le serate ed è strutturato in maniera tale da restituire, a fine manifestazione, un esito completo ed equilibrato delle varie giurie. Le prime tre serate del martedì, mercoledì e giovedì, seguono lo stesso sistema: il 40% viene deciso in base al televoto, il 30% secondo le preferenze della Giuria della Sala Stampa e il restante 30% per quelle della Giuria Demoscopica. La quarta serata del venerdì, quella dei duetti, prevede questo sistema di voto: il televoto pesa per il 50%, la Giuria della Sala Stampa per il 30% e infine la Giuria d’Onore per il 20%. Infine la serata del sabato, che decreta gli esiti definitivi: il televoto incide per il 50%, la Giuria della Sala Stampa per il 30%, la Giuria d’Onore per il restante 20%.