È guerra aperta tra Salmo e Luchè che a colpi di commenti e storie su Instagram hanno dato il via a un lungo dissing. Molto diversi tra loro, entrambi a modo loro hanno segnato la Storia del rap italiano di questi ultimi anni, Luchè grazie al lavoro coi Co' Sang prima e da solista poi, Salmo con album che in questi ultimi anni hanno ridato lustro alla parte più hardcore e che hanno trovato enorme riscontro anche a livello di numeri. E proprio i numeri sono stati alla base di questo litigio che in qualche modo ha toccato anche Fedez che ha voluto scherzarci su. Nei giorni scorsi Salmo aveva pubblicato un messaggio su Instagram per celebrare le cinque settimane in testa alla classifica del Machete Mixtape 4 a cui si aggiunge il successo del suo ultimo album da solista "Playlist" che è ancora in top 10: "A cinque settimane dall'uscita Machete 4 è ancora il disco più venduto in Italia. Playlist dopo 9 mesi è ancora nella top 5. Facile raggiungere la prima posizione, difficile restarci. Funziona così! So che può dare fastidio e chiedo scusa per la sboronata, ma questi sono i due migliori album usciti tra 2018/2019".

Machete primo in classifica e il commento di Luchè

Il post era accompagnato da un ‘fanculo' e sotto aveva ricevuto migliaia di commenti di complimenti, finché Luchè non è intervenuto per chiarire alcune cose che secondo lui erano scorrette: "Fratello caro, che tu sia un genio del marketing lo sappiamo tutti e tanto di cappello, ma la musica è un’altra cosa. Hai convinto tutti di essere un leader dell’underground quando le tue mosse sono quanto più mainstream si possa immaginare. E su questo tutto ok. Ma i tuoi beat sono bruttini, non sei capace di fare un bel ritornello, i testi non dicono un bel niente ma riescono ad essere pieni di retorica, in pratica musica trash travestita da rivoluzione. Il prodotto perfetto per l’italiano medio ignorante in materia. Sei davvero molto bravo nel confezionare le cose, soprattutto attraverso i video, ma non puoi dire che i tuoi dischi siano i migliori della stagione 18/19" aveva scritto il rapper napoletano che poche settimane fa era andato in testa alla classifica col repack di "Potere". Luchè accusava Salmo e i Machete di aver copiato un suo pezzo ("Je ce credevo"): "Si vede tutta la vostra furbizia nel copiare un mio pezzo in napoletano. Ah, anche l’impostazione canora del ritornello mi ricorda qualcosa. concludo dicendo che così facendo it chiuderai sempre di più nella tua cerchia perché un atteggiamento così antipatico, quando non puoi permettertelo, ti lascerà sempre più solo. Complimenti per le vendite e i sold out, siamo tutti felici per te, ma i tuoi ultimi due dischi non sono assolutamente tra le migliori uscite".

Il dissing su Instagram tra Luchè e Salmo

Un commento che pare non si trovi più e non si sa chi l'abbia cancellato: Luchè accusa Salmo e Salmo accusa Luchè. La faida è continuata con delle storie su Instagram con Salmo che ha risposto direttamente: "Ho cose più importanti che rispondere a un rapperino invidioso: la prova del nove della musica sono i live e tu dal vivo fai schifo, lo sanno tutti, prendi qualche lezione. Sembra che mi hai ascoltato parecchio, io purtroppo di te non so un cazzo, non so fare un esame musicale, so solo che ti ho ascoltato dal vivo e fai schifo. Poi proprio tu dici che i miei testi sono banali" ha detto il rapper sardo in alcune storie a cui ha risposto ancora Luchè: "Di te ho ascoltato poco e mi è bastato per capire quanto sia una merda la tua musica, lo pensa mezza scena ma nessuno ha il coraggio di dirtelo. Il fatto che io faccio schifo live nasce da qualche tuo amico (…) che io ho distrutto con una sola rima (…). Vuoi portare avanti le cose underground e poi fai uscire le cose su PornHub, cosa che neanche Fedez avrebbe fatto. Quando uscì Malammore dicesti che era l'album più fresco degli ultimi anni. Mi sono rotto il cazzo di vedere finti technoraver che vengono dal punk rock e che poiché non funziona il rock si buttano nel rap, che criticano Sfera e poi ci fanno il feat. Sei un Fedez 2.0, hai rotto il ca**o, pezzo di mer*a, non sfottere il napoletano".

La risposta di Fedez

 

E a questo punto interviene anche Fedez che in una delle sue storie prende in giro i due rapper, senza scendere troppo nello scontro: "Bimbi non litigate e quando fate la gara a chi ha il pistolino più lungo non mi tirate in ballo e soprattutto cominciate ad avere 40 anni, dovreste avere altre priorità nella vita tipo farvi controllare la prostata". Ora, però, calmi tutti e fate la pace. Almeno voi.

Fanculo 💅🏻

A post shared by Salmo Official (@lebonwski) on