Per molti spettatori, l'ultimo ricordo felice prima che il 2020 diventasse l'anno più nero da molti decenni a questa parte è il clamoroso scandalo del Festival di Sanremo con la "fuga" di Bugo e il "Che succede?" di Morgan, protagonisti di una delle esclusioni più chiacchierate nella storia della kermesse. Per Bugo non fu certo un momento di divertimento, ma il cantante novarese avrà finalmente l'occasione di riscattarsi definitivamente, dal momento che Amadeus l'ha chiamato sul palco dell'Ariston anche per l'edizione 2021: Cristian Bugatti sarà uno dei 26 Big in gara al prossimo Festival di Sanremo. Al contrario, Morgan non solo non farà il festival ma è stato escluso dalla giuria di Sanremo Giovani e si è scagliato contro il direttore artistico in un durissimo attacco. Nei primi commenti social di Bugo non c'è invece spazio per una polemica contro l'ex sodale Marco Castoldi, ma solo per una gioia immensa.

Il commento di Bugo

"Ringrazia il cielo sei su questo palco, rispetta chi ti ci ha portato dentro", cantò Morgan nella versione storpiata di "Sincero" a Sanremo 2020, provocando la rottura del duo musicale. Stavolta, Bugo su quel palco ci salirà da solo e senza compagni "scomodi", con il pezzo "E invece sì". Per lui è dunque la seconda volta all'Ariston, la consacrazione dopo una lunga carriera che per molti anni lo ha visto lontano dai palchi più mainstream. Il primo video pubblicato su Instagram è semplicemente uno sfogo entusiasta che cita il titolo del suo brano, in pieno "Bugo style": "Ragazzi, siamo dentro! O forse no? Invece sì".

La polemica innescata da Morgan

Chi non ha preso bene la situazione è per l'appunto Morgan, che già prima dell'annuncio dei Big aveva fatto sapere ad Adnkronos: "Se Amadeus stasera dovesse annunciare che mi ha escluso dalla gara e che ha preso Bugo sarebbe la cosa più disonorevole e scorretta che io abbia mai subito nella vita". Il cantante è stato ancora più duro dopo la decisione della direzione di escluderlo dalla giuria di Sanremo Giovani a due ore dalla finale, proprio per le sue dichiarazioni contro il festival. Morgan ha parlato di "dittatura musicale" e si è preso la scena, oscurando in parte l'attenzione mediatica su una serata che doveva essere interamente dedicata a Bugo e agli altri 25 artisti in gara.