"Quanto dovranno aspettare i fan per il prossimo album? Due, tre o addirittura quattro anni", parola di Stromae, che in un'intervista alla rivista americana Complex ha ammesso che per il momento si godrà il successo e le conseguenze del suo secondo album "Racine Carrée", che continua a dargli molte soddisfazioni in tutto il mondo, compresa l'Italia, dove il ragazzo belga è tra i cantanti più amati e acquistati dell'anno, anche grazie alle sue apparizioni televisive nazionali degli scorsi mesi. "Credo che il successo del secondo album è stato così enorme che bisognerà che passi molto tempo prima che possa tornare ad avere una vita normale (…) Voglio fare musica, ma anche avere una vita normale. Naturalmente, anche viaggiare è una cosa che vorrò sempre fare. Sono più preoccupato della mia sanità mentale" continua l'artista che ora, dice, capisce come sia possibile perdere completamente la testa a causa del proprio successo: "Non credo sia così normale ottenere questo tipo di attenzione… penso che avrò bisogno di un po' di anni prima di guarire".

Anche Stromae ha vissuto sulla propria pelle cosa voglia dire diventare da un giorno all'altro un fenomeno mondiale. Tutto cominciò l'album d'esordio "Cheese", del 2010, che conteneva il singolo "Alors on dance", che diventò un tormentone internazionale, al punto che anche Kanye West volle farne un remix. Questo ragazzone di origini ruandesi, ma belga di nascita (metà fiammingo e metà francese), non s'aspettava che potesse veramente fare il colpaccio con un pezzo completamente cantato in francese e un album che mescolava dance a sonorità hip hop, suo primo vero genere. Ma è con "Racine carrée" che Stromae ha conquistato il cuore anche dei più diffidenti, grazie alla sua unione di un ritmo da dancefloor e testi da cantautorato, che qualcuno ha anche affiancato al connazionale Brel.

Quello del Maestro (significato di Stromae in verlan, gergo francese) è stato uno degli album più venduti in Italia in questa prima metà del 2014, arrivato primo in classifica – record per un album francofono – e nella top ten (nono) tra gli album più venduti nel 2014, anche grazie alla spinta dell'ospitata sanremese. Un amore che si è concretizzato nel sold out della data milanese dell'1 luglio scorso, che ha costretto Stromae a bissare il concerto con altre due date italiane che si terranno il 15 dicembre al Mediolanum Forum di Assago (Mi) e il 17 al Palalottomatica di Roma.