Sfera Ebbasta è indagato per istigazione all'uso di sostanze stupefacenti dopo un esposto di due parlamentari di Forza Italia, Lucio Malan e Massimo Mallegni, che sdegnati dalle parole delle canzoni del trapper di Cinisello Balsamo avrebbero chiesto di far luce sulle stesse con un esposto nelle 18 procure in cui il cantante si è esibito la scorsa estate. Sfera Ebbasta, per chi non lo sapesse ancora è uno dei fenomeni musicali di questi ultimi anni, rapper con un enorme seguito tra i giovanissimi, ha un album, "Rockstar", che ha chiuso il 2018 come il più venduto del Paese (le vendite includono anche gli ascolti in streaming degli abbonati) e nelle scorse settimane è stato protagonista suo malgrado della tragedia di Ancona, quando sei persone hanno perso la vita nel locale Lanterna Azzurra di Corinaldo mentre aspettavano che il rapper si esibisse.

Riflettori accesi dopo la Tragedia di Ancona

Le luci dei riflettori, insomma, si sono accese su Sfera anche da un mondo che probabilmente prima non lo conosceva e che non ha idea di cosa sia la Trap. Le polemiche attorno ai testi di Sfera, infatti, sono sempre stato argomento di discussione soprattutto all'interno di un certo ambiente, prettamente musicale o di chi segue le mode giovanili, finché quella tragedia ha gettato Sfera sulle prime pagine, pur non c'entrando nulla con quanto avvenuto, ma tant'è, in quel momento in tanti si sono gettati alla ricerca delle informazioni sul cantante e si sono scontrati con la sua musica e i suoi testi.

La musica e la droga

Sì, l'io narrante delle canzoni di Sfera – ma a questo punto bisognerebbe sporgere migliaia di denunce e sommergere avvocati e giudici di lavoro – parla spesso di droga, di erba e Purple Drunk (o sirup), la miscela di Sprite e sciroppo alla codeina che tanto fa discutere. La droga, si sa, è argomento che da anni tiene banco nella musica, sono tantissimi i testi sull'argomento, dal rap al pop al rap e tantissimi gli artisti che l'hanno cantata e ne hanno fatto uso. È curioso come all'improvviso però ci si soffermi su Sfera.

Canzoni come racconti

Innanzitutto si parte dal presupposto che migliaia di ragazzi possano cominciare a usare droghe perché lo dice un cantante e non per altre ragioni a cui sarebbe più complesso mettere mano, ma soprattutto si perde il termine della questione – ma qui sarà il Magistrato a farsi carico della cosa -: se si racconta una storia – ché quelle del cantante sono storie, più o meno autobiografiche – c'è il rischio di pagare il conto per questo? Insomma, se domani andassimo a teatro e vedessimo una rappresentazione in cui il protagonista fa uso di droga o spaccia, ci verrebbe in testa di denunciare chi ha scritto quella storia? Ci sarebbe venuto in mente di denunciare migliaia di cantanti che hanno parlato di droghe nei propri testi? (E non sono pochi). Che alcune delle storie raccontate dal cantante non piacciano ci sta, e in effetti l'uso della Purple Drunk non è qualcosa di bello, e sono criticabili, secondo chi scrive, soprattutto i racconti sessisti che talvolta si leggono nei testi, ma veramente è giusto mettere nelle mani dei Giudici delle canzoni? No, non è benaltrismo chiedersi se non ha cose molto più serie a cui badare, la Magistratura, che qualche canzone che parla di kush.