Andrea Bocelli (ph Giovanni De Sandre)
in foto: Andrea Bocelli (ph Giovanni De Sandre)

Billboard notifica che Andrea Bocelli guadagna ancora una volta la top 10 degli album più venduti degli Usa. Il tenore italiano continua a essere uno dei cantanti più apprezzati anche negli Stati Uniti, dove talvolta ottiene risultati anche migliori che in Italia. Billboard, che comunica le classifiche ufficiali della musica in America, infatti, ha anticipato la classifica dedicando all'italiano l'articolo in cui ricorda che per lui è la decima volta che un album finisce nelle prime dieci posizioni della classifica degli album più venduti: "Believe" (Sugar/Decca Records), pubblicato negli Usa lo scorso 13 novembre, infatti, esordisce in quinta posizione con un totale di 20 mila copie. Non sono molti gli italiani che possono permettersi un curriculum che li vede svettare nelle classifiche americane, neanche una delle star italiane all'estero come Laura Pausini, né, appunto, almeno per adesso Sfera Ebbasta, che ha l'album più ambizioso dell'anno per quanto riguarda l'Italia.

Bocelli da record negli Usa

Sono passati più di 20 anni da quando nel 1999 "Sogno" portò per la prima volta il cantante in top 10, che debuttò in quarta posizione, mentre per ottenere il suo primo numero uno dovrà aspettare quasi 20 anni. Nel 2018, infatti, il suo "Sì" esordì in prima posizione negli Usa e in Gran Bretagna, un risultato che, paradossalmente, non fu bissato qui in Italia. Billboard scrive che nella sua carriera il tenore italiano ha venduto oltre 24 milioni di album, e che i numeri del tenore non si fermano solo alle classifiche generali, ma sono enormi anche per quanto riguarda le classifiche di settore. Per Bocelli, infatti, è il 20° numeri uno nella classifica degli album di musica classica e il 14° nella speciale classifica degli album Classical Crossover, con il record di prime posizioni in entrambe le classifiche.

Believe, un album legato dalla fede

"Believe" è l'album in cui Bocelli lega canzoni con il filo della fede, includendo un brano inedito del Maestro Ennio Morricone, duetti con Alison Krauss e Cecilia Bartoli. A distanza di 21 anni da "Arie sacre", quindi, il cantante torna con un album dedicato alla fede, appunto, in cui sono presenti melodie che hanno contrassegnato la sua infanzia e la sua adolescenza in Toscana: "Credere significa accogliere il mistero che è in noi e intorno a noi, credere significa saper benedire il cielo, che ci dona il respiro, e le galassie che sopra il cielo danzano verso l’infinito – scrive Bocelli -. Significa rispettare e amare la terra che ha milioni di anni e che milioni di anni ha atteso, per arrivare a plasmare il nostro corpo, il vestito mortale che indossiamo percorrendo la vita. La musica può essere una luce che aiuta a trovare la strada" Il tenore ha anche annunciato, per il prossimo 12 dicembre, "Believe in Christmas", uno concerto dal vivo che prevede – nell'ambito del progetto ViVas! – la direzione creativa di Franco Dragone: uno spettacolo in diretta streaming dal Teatro Regio di Parma che vedrà protagonista anche la figlia del tenore Virginia e un'orchestra con tanti ospiti da annunciare.