562 CONDIVISIONI
9 Novembre 2021
09:39

Non è vero che Salvini non conosce Ghali, nel 2019 diceva: “La sua musica non mi dispiace”

Sono stati aggiunti tasselli alla narrazione della lite tra Ghali e Matteo Salvini, avvenuta in Tribuna al San Siro domenica scorsa. Un video, infatti, mostrava il rapper urlare contro il Segretario della Lega subito dopo il pareggio del Milan: Salvini ha dato la sua versione spiegando di non conoscere il rapper, ma due anni fa diceva il contrario.
A cura di Redazione Music
562 CONDIVISIONI

Sono stati aggiunti tasselli alla narrazione della lite tra Ghali e Matteo Salvini, avvenuta in Tribuna al San Siro domenica scorsa. Era in corso il derby tra Inter e Milan quando i rossoneri, sotto di un gol, pareggiano con un tiro di Tomori deviato da De Vrij. In quel momento alcuni video mostrano Ghali scagliarsi contro il politico seduto a qualche metro di distanza da lui. Non si sente l'audio, ma stando alla ricostruzione che ha dato Dagospia pare che il rapper si sia scagliato contro il politico urlando: "Un nero come me, come tanti e come tanti di quelli che tu fai morire in mare! Vergognati!" (il virgolettato non è preciso, ma il senso è quello". A quel punto Salvini avrebbe esultato nei suoi confronti, mentre alcune persone cercavano di calmare il cantante che non sarebbe tornato al suo posto nel secondo tempo.

Il giorno dopo la Lega avrebbe parlato di aggressione mentre Salvini sui social ha scritto che "la musica e l’arte dovrebbero esprimere e alimentare gioia, armonia, amicizia, positività, bellezza. Perché tanta cattiveria ragazzi miei? Solo per cercare un po’ di notorietà? Vogliamoci bene, peace and love". Insomma, Salvini punta sul concetto di pace e su quello di bellezza e armonia e durante la puntata di Quarto Grado spiega anche di non conoscere Ghali (e Jake La Furia che pure ha espresso solidarietà al collega): "Attaccato da Ghali allo stadio? Io non conoscevo il signor Ghali o Jake la Furia. Sarò vecchio ma preferisco De André, De Gregori, Battisti, fatto sta che ieri ero in un momento di tranquillità con mio figlio allo stadio e sono stato assalito da questo Ghali che quando il Milan ha segnato mi ha urlato assassino, fascista".

Forse di persona non lo conosce, ma musicalmente assolutamente sì. Lo spiegò lui stesso nel 2019, quando rispose ad alcune barre rappate dallo stesso Ghali nel remix "Vossy Bop", successo del rapper inglese Stormzy. Nella canzone, infatti, il rapper (pre)dice: "Alla partita del Milan ero in tribuna con gente, c’era un politico fascista che annusava l’ambiente, la squadra da aiutare a casa propria praticamente, forse suo figlio è pure fan, che mi guardava nel mentre, ah". La risposta del Segretario della Lega arrivò, anche allora, tramite i social: "Mi insulta ma la sua musica non mi dispiace, è grave???" twittò Salvini, aggiungendo, alla fine, i soliti bacioni: "Agli insulti rispondiamo come meglio sappiamo fare, con saluti e tanti bacioni". Ghali, intanto, non ha ancora dato la sua versione ufficiale.

562 CONDIVISIONI
Scontro Ghali-Salvini allo stadio: il rapper insulta il segretario della Lega
Scontro Ghali-Salvini allo stadio: il rapper insulta il segretario della Lega
763 di Videonews
Ghali:
Ghali: "Non ho fatto pace con Matteo Salvini, fa soffrire e morire la mia gente"
Salvini risponde a Ghali dopo gli insulti allo stadio:
Salvini risponde a Ghali dopo gli insulti allo stadio: "Non lo conoscevo, preferisco De André"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni