Conrad Murray è stato rilasciato oggi, dopo aver scontato due anni di carcere, accusato dell'omicidio di Michael Jackson. Il medico personale del cantante avrebbe dovuto scontare quattro anni, ma un cambiamento delle leggi della California ha permesso che oggi avvenisse il suo rilascio, ampiamente previsto, tanto che la famiglia Jackson, qualche settimana fa, contestava quest'ingiustizia definendolo "Ancora un assassino". Condannato nel 2011 avendo somministrato una dose sostanziosa di Propofol, usato solo in ambito chirurgico come anestetico e Murray non aveva l'attrezzatura necessaria per somministrare un anestetico così potente.

Proprio stamattina, essendo ancora incerta la data del rilascio dell'uomo, avevamo pubblicato la notizia che prevedeva la realizzazione di uno show televisivo del quale sarebbe stato protagonista proprio Murray, non appena fuori prigione. Al momento la sua situazione giudiziaria è in via di risoluzione, visto che la famiglia Jackson è uscita anche sconfitta dalla causa intentata nei confronti dell'Aeg, la società che stava organizzando i cinquanta concerti che Jackson avrebbe dovuto sostenere a Londra.