Qualche mese fa Morgan, come noto, ha dovuto lasciare la sua casa a Monza a seguito di uno sfratto divenuto esecutivo. La questione ha assunto un carattere nazionale e si è allargata toccando vari campi, dal Gossip, alla Cultura fino a quello più strettamente musicale. Dal gossip per i rapporti con l'ex moglie Asia Argento, passando per la questione culturale più ampia, quella della sua casa museo in cui sono presenti tantissimi materiali originali, strumenti, spartiti etc. Nei giorni successivi Vittorio Sgarbi si era speso per trovargli un posto dove stare, proponendogli una sorta di casa scuola, dove avrebbe creato un progetto culturale più ampio. Da lì gli appelli per una maggiore attenzione alla questione è diventata argomento di discussione, scemando pian piano, con Morgan che non ha mai smesso di parlarne, tra un ruolo di giudice a The Voice, un concerto e Cantautoradio, il programma di Radio Due dedicato alla storie di alcuni dei cantautori più importanti del paese: l'ultima puntata è stata dedicata a Domenico Modugno.

Morgan fuori di casa accusa: La legge è sbagliata

Programma terminato pochi giorni fa con una puntata monografica su Domenico Modugno. Prima della puntata Fanpage.it ha incontrato il cantante, parlando di svariati argomenti e chiedendogli anche della situazione attuale della sua casa e di come sia cambiata la sua vita: "Ho perso tutto, è come se ci fosse stato uno tsunami" ha detto il cantante, ampliando la questione: "In questo momento gli italiani non sono in grado di dare valore all'arte, c'è stato del gossip, ma il clamore mediatico, quello ci sarebbe stato se qualcuno avesse detto ‘Giù le mani da quella casa', ma nessuno si prende la responsabilità di dire questo, perché la legge è la legge". ma la legge continua a sostenere Morgan è sbagliata: "La legge è sbagliata. Bisognava affrontare la cosa da un punto di vista politico, ma nessuno ha voluto farlo perché la Cultura evidentemente non interessa".

Perse le tracce originali dei Bluvertigo

Una delle cose che pare sia andata persa riguarda la sua vecchia band: "[La perdita della casa] Ha spazzato via qualsiasi cosa, come ha spazzato via anche cose che non appartenevano a me, tipo le tracce originale dei dischi dei Bluvertigo, tutte cose a cui nessuno ha voluto dare valore. Ero l'unico che diceva ‘Ehi, guardate che qui c'è del valore'" dice il cantante, che ha anche ammesso di aver nel cassetto canzoni per poter riempire una cinquantina di album, ma che vedranno la luce online e non tramite una casa discografica.