Michele Bravi smentisce la partecipazione al Festival di Sanremo 2021 e annuncia l'uscita del suo nuovo concept album, già rinviato per la pandemia da coronavirus. Dopo una lunga attesa, "La Geografia del Buio" arriverà su tutte le piattaforme digitali e in formato CD a partire da venerdì 29 gennaio 2021. Già disponibile in presave e preorder, il disco era stato anticipato dal singolo “La vita breve dei coriandoli” uscito a maggio 2020.

L'annuncio di Michele Bravi

Il nuovo lavoro di Bravi arriva a distanza di quattro anni dal precedente “Anime di carta” e dopo la recente partecipazione al programma televisivo Amici Speciali, della scorsa primavera. “La Geografia del Buio” viene descritto come "un racconto attraverso la ferita del mondo", e si sviluppa in una sequenza di immagini oniriche e surreali che Michele Bravi racconta attraverso le parole e la musica. La notizia dell'uscita del terzo album in studio del cantante è accompagnata da un post dello stesso Bravi:

Finalmente c’è una data. “La geografia del buio” sarà disponibile ovunque a partire dal 29 gennaio 2021. Questo disco è la storia di come il dolore umano possa trovare uno spazio dentro l’anima di chi lo accoglie e di come abbracciare la propria fragilità sia un atto di estrema e incontenibile forza. Questo è un disco nato nel tempo più incerto per il nostro mondo e, seppure ancora inedito, ne ha già affrontate tante. Grazie per la gentilezza con cui l’avete aspettato e per la curiosità di scoprirlo e viaggiarci dentro. Sono tanto grato della community che siete e spero davvero di poter rispondere al vostro calore con dieci canzoni spesse come una sciarpa di lana intorno al collo.

Niente Festival di Sanremo per Michele Bravi

Il post Instagram è anche l'occasione per fare chiarezza in merito a un'eventuale partecipazione al Festival di Sanremo 2021, la cui edizione è in lavorazione pur tra i mille dubbi e interrogativi causati dall'emergenza sanitaria. Alla vigilia dell'annuncio dei Big, che avverrà venerdì 17 dicembre, Bravi spiega che non sarà presente all'Ariston.

Aggiungo una nota che non vuole essere polemica ma solo un gesto di onestà per il mio pubblico che con tanta pazienza aspetta questo lavoro da più di un anno. Mi state chiedendo se ci sarò anche io a Sanremo 2021 e tanti di voi mi scrivono in trepidante attesa. Ci tengo io a dirvelo in prima persona: per questa edizione la risposta è no. "La geografia del buio” è un disco che parla di umanità in maniera tanto delicata e morbida e che scopre nuove possibilità di orientarsi in un mondo che sembra apparentemente senza luci o indicazioni certe. Stavolta, per davvero, non vedo l’ora. Tanto grato e felice per tutto.