Instagram per la connessione, Las Vegas come sfondo per un nuovo rapporto commerciale: Sfera Ebbasta e Steve Aoki sono un duo musicale che sta funzionando, e non solo per la hit di "Famoso" con 7ari “Salaim Alaikum”. Nelle scorse ore, dopo piccole anticipazioni su Instagram, è stato pubblicato l'ultimo singolo di Steve Aoki, arricchito dalla presenza di Sfera Ebbasta, dalla leggenda della musica dancefloor Sean Paul e dall'artista francese Willy William. A completare il pacchetto di "Mambo", il titolo del nuovo singolo, il rapper dominicano El Alfa e il duo alle produzioni Play-N-Skillz. Una collaborazione internazionale atipica, fuori da ogni tempo e logica, che cerca di rilanciare una melodia estiva, da discoteca all'aperto, una suggestione dance troppo lontana dai giorni nostri.

La nuova collaborazione dopo Salaim Alaikum

Un concetto nel rap italiano è stato ripetuto da mesi, forse anni, in qualche caso: la necessità di diventare internazionali. Forse il passo più grande negli ultimi mesi è stato compiuto da Sfera Ebbasta, che con "Famoso" ha dato l'impressione che un personaggio musicale italiano potesse travalicare i confini, senza replicare una tradizione musicale italiana del passato. Il bisogno di diventare internazionali lo si può leggere in maniera equilibrata come la necessità di avere un occhio anche su altri mercati, magari quello latin, a cui Sfera Ebbasta sembra strizzare l'occhio in maniera decisa. E dopo il successo di "Salaim Alaikum", una delle produzioni più interessanti del progetto "Famoso", Steve Aoki è ritornato a coinvolgere Sfera Ebbasta in un nuovo progetto, un singolo che ha un punto di connessione con il brano di "Famoso", ma che ha tutte le caratteristiche per diventare una hit latin di successo. "Mambo", pubblicata nelle scorse ore su tutte le piattaforme di streaming digitale, è una nuova creatura di Steve Aoki, che campionando alcuni sample del brano arabo "Ali Ali" di Blank, è riuscito a trovare un punto di connessione tra la musica orientale/araba e il reggaeton latino, un tentativo dance che ha tutti i crismi della canzone dell'estate.

La connessione latin/araba e Sean Paul

Ad accompagnare la produzione di Steve Aoki, il duo di produzione texano dei Play-N-Skillz, in grado di dare musicalità e ritmo a un brano che originariamente correva in due direzioni opposte. A sorprendere sulla traccia non è solo la padronanza del mezzo di Sfera Ebbasta, che riesce a coinvolgere con un tono vocale distinto, anche senza impressionare nella sua parte del brano per scrittura e assonanze nelle chiusure: sulla traccia risultano più a loro agio il duo Sean Paul/El Alfa. Il primo, leggenda della dance hall con brani come "No lie" e "Get Busy", sembra riuscire a incastrare perfettamente tutti i pezzi del puzzle, risultando la voce più convinta e calda sulla produzione. El Alfa, rapper dominicano che ha timbrato negli scorsi anni hit con Diplo e Lil Pump, è la radice più latin del brano, sia per musicalità che ritmo della voce. Un brano destinato ad avere successo e creare un filone sempre più convinto nella direzione latin della musica dance, un fenomeno comparso già negli anni passati e che proietta anche Sfera Ebbasta in una direzione piuttosto precisa, evidenziata già con "Baby" nel suo ultimo album, confermata anche dal suo featuring in "Demonio" nell'album "Plaza".