Mahmood (ph A. Cusani)
in foto: Mahmood (ph A. Cusani)

"Comunque mi hanno appena detto che era tipo una mezza cazzata… però io vi faccio un in bocca al lupo lo stesso. Spaccate tutto e… bella lì!", la prende a ridere Mahmood che per un momento ha creduto di essere parte della Maturità 2019. Il cantante, vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo con la canzone "Soldi", infatti ha preso per buona una traccia fasulla che recitava: "Finisco un uramaki e vado via (Mahmood). Il fenomeno del ghosting è una piaga sociale. Quando nasce? Cenni storici e riferimenti letterari di questa particolare usanza ormai fattasi costume nelle relazioni interpersonali. (Aspetta ma vi siete conosciuti su Tinder?)", che faceva parte di una serie di tracce finte che tiravano in ballo anche altri cantanti tra cui il re della trap Sfera Ebbasta e i Coma Cose che sarebbero apparsi nella traccia: "E fammi fare i soldi come i rapper che poi dividiamo: musica e debito pubblico. Quanto grano muove Sfera in Italia? Potremmo ritenerci salvi qualora l'Europa dovesse sanzionarci per aver sfiorato il debito? I minibot li paga Sfera? Calcola le rate e il piano di ammortamento associato a questa operazione finanziaria".

I record di Mahmood su Youtube e Spotify

Nessun cantante, invece, nelle tracce della prima prova di questa Maturità che ha visto protagonisti, tra gli altri, Ungaretti, Bartali, Corrado Stajano e il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e che oggi arriva alla seconda prova. Mahmood, però, nonostante la gaffe ha vissuto una giornata importante dal momento che il video di "Soldi", canzone protagonista dell'ultimo Eurovision Song Festival, classificatasi al secondo posto generale della manifestazione, ha raggiunto i 100 milioni di visualizzazioni e soprattutto è diventato il brano italiano più ascoltato di sempre su Spotify, con oltre 81 milioni di stream, spinto anche dal successo internazionale.