LIBERATO (foto di Glauco Canalis)
in foto: LIBERATO (foto di Glauco Canalis)

Liberato ha pubblicato una nuova canzone, a sorpresa, che si intitola "We come from Napoli". Questa volta, però, c'è un featuring importante, perché il brano vede la collaborazione anche di 3D, ovvero Robert Dal Naja dei Massive Attack, oltre a quella di GAIKA, artista britannico che pubblica per la storica WARP. All'inizio non vi è stato alcun tipo di comunicazione sui social di Liberato, né su quelli degli artisti che hanno collaborato con lui, ma se si voleva ascoltare il pezzo bisognava correre su Spotify e sulle piattaforme di streaming. Nelle ore successive, però, Indigo Film ha scritto che il brano fa da colonna sonora di Ultras, il film d'esordio di Francesco Lettieri, regista di tutti i video di LIBERATO – che a sua volta firma tutta la colonna sonora -, disponibile il 9, 10 e 11 marzo al Cinema e poi su Netflix dal prossimo 20 marzo. È il primo brano del misterioso progetto napoletano che esce dallo scorso maggio quando nel primo album omonimo furono raccolti i singoli usciti fino a quel momento (comprese "9 maggio", "Tu t"e scurdato ‘e me", "Intostreet" e "Je te voglio bene assaje") più alcuni inediti.

We come from Napoli

LIBERATO sceglie un po' di storia della musica mondiale per questo ritorno, senza perdere di vista, però, Napoli. Robert Dal Naja, infatti, pur essendo nato a Bristol, dove ha fondato i Massive Attack è di origini napoletane e grandissimo tifoso della squadra cittadina. Spesso lo si può trovare in giro per la città o direttamente allo stadio. Assieme a lui e a GAIKA LIBERATO ha voluto esplorare territori più dance. Anche questa volta, ovviamente, la canzone mescola il napoletano e l'inglese (e un po' di francese con "c'est la vie"), unendo la città al tema amoroso: "Mmiez ‘a via, ‘mmiez' ‘a via, this is where I wanna be, but I always have no fear, boy, but we come from Napoli", senza perdersi le solite citazioni, come quella a "Terra mia" di Pino Daniele: "Terra mia, terra mia, this is where I wanna be, neh, ma chi sfaccimma sì, but we come from Napoli". "Noi simme doje stelle in the sky, I'm lonely sì tu nun ce staje, I'm lonely sì tu te ne vaje. Nuje simme doje stelle in the sky, but we come from Napoli".

Robert dal Naja e la voce che sia Banksy

Ovviamente la scelta di LIBERATO di chiedere la collaborazione a Dal Naja alimenterà anche il mito che vorrebbe il cantante dei Massive Attack come la persona dietro alla figura mitica e misteriosa di Banksy, lo street artist inglese che ha riempito i muri del mondo delle sue opere. nei mesi scorsi, infatti, si è fatta sempre più forte la voce che da anni girava che, appunto, ci sia Dal naja dietro l'artista britannico. Voci che restano tali, dal momento che nessuno ha mai confermato l'indiscrezione.

Il doppio concerto a Milano di aprile

Lo scorso dicembre, poi, Liberato aveva annunciato il concerto di Milano per il 25 aprile. Lo aveva fatto facendo recapitare in alcune redazioni delle pizze margherita con sul caryone scritta la data del concerto, che non a caso cadeva nel giorno della Liberazione. Pochi giorni fa, poi, Liberato aveva annunciato il raddoppio della data, che si terrà il 26 aprile e come al solito lo aveva fatto con un post in caps lock che diceva: £'E bigliett' p"o 25 aprile so' fernút ‘o ffacìmm n'ata vot' once again nuova data 26 aprile".

Aggiornamento: l'articolo è stato aggiornato con la notizia che il brano farà da colonna sonora al film "Ultras"