5 Novembre 2013
15:40

La Pussy Riot spostata in una nuova prigione in Siberia

Dopo le polemiche dei giorni scorsi le autorità russe hanno rivelato che la Pussy Riot Nadezhda Tolokonnikova è stata trasferita in un nuovo carcere. Era questo il motivo per cui il marito e i familiari non avevano più notizie di lei da giorni.
A cura di Francesco Raiola

Si è risolto il mistero che in questi giorni avvolgeva il destino della Pussy Riot Nadezhda Tolokonnikova di cui da qualche giorno non si avevano più notizie, come denunciato dal marito Pyotr Verzilov e dai familiari stretti. Secondo le autorità russe infatti, la cantante sarebbe stata trasferita in un nuovo carcere. Non si sa se la lettera inviata al Guardian, in cui accusava le autorità del carcere di trattarle come animali, abbia influenzato la decisione del trasferimento. "Tagliarla fuori dal mondo" aveva detto il marito, ovvero l'unico modo per punirla realmente. E così pare sia stato fatto.

L'ultima volta che era stata vista, era il 24 ottobre, mentre era su un treno diretto a Chelyabinsk, cittadina sugli Monti Urali. Ma la destinazione non era nota, così come il motivo del trasferimento. Le sue notizie si erano perse il 21 ottobre quando fu messa, appunto, su quel treno. I dirigenti del penitenziario, quindi, hanno confermato lo spostamento in un carcere della Siberia e hanno giustificato il silenzio dicendo che le regole vogliono che le famiglie possano essere avvisate entro 10 giorni dall'arrivo.

La ragazza deve scontare due anni di prigione che termineranno a marzo a seguito della condanna per vandalismo motivato da odio religioso a causa di una loro preghiera anti-Putin svoltasi nella CattedraleOrtodossa di Mosca nell'ottobre del 2012.

Pussy Riot: la Tolokonnikova in sciopero della fame denuncia gli orrori della prigionia
Pussy Riot: la Tolokonnikova in sciopero della fame denuncia gli orrori della prigionia
Scomparsa Nadya Tolokonnikova, la Pussy Riot in carcere per vandalismo
Scomparsa Nadya Tolokonnikova, la Pussy Riot in carcere per vandalismo
Pussy Riot: negata la libertà condizionata alla Tolokonnikova
Pussy Riot: negata la libertà condizionata alla Tolokonnikova
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni