video suggerito
video suggerito

Jovanotti ringrazia Ramazzotti e Senese: “Decine di migliaia, ma mi sentivo a casa”

Il cantante pubblica su Facebook uno stato emozionante a poche ore dalla fine del concerto evento al San Paolo. Ringrazia il pubblico e i due amici saliti sul palco, che hanno contribuito alla magia del ricordo del grande artista, scomparso pochi mesi fa,
A cura di A. P.
18 CONDIVISIONI
Immagine

Una serata dall'immenso carico emozionale, questo è stato il 26 luglio allo stadio San Paolo targato Jovanotti. Il cantautore di Cortona ha dato il meglio di sé sul palco realizzando uno spettacolo annunciando, fatto di luci, suoni e tanto divertimento, oltre che naturalmente emozioni. Che sarebbero state generate in ogni caso, dalla sua musica, ma che ieri sera sono aumentate in quantità, soprattutto in virtù della presenza sul palco insieme a lui di Eros Ramazzotti e James Senese, con i quali Lorenzo ha voluto ricordare Pino Daniele, scomparso pochi mesi fa contribuendo a lasciare un grande vuoto nel mondo della musica napoletana. Per forza di cose questo momento era diventato quello più atteso della serata, Lorenzo e Eros avevano di fatto visto la loro carriera svoltare definitivamente quando, nel '94, arrivarono al San Paolo, in tour proprio con Pino Daniele. E ieri sera, prima, durante e dopo l'omaggio al grande artista, Jovanotti non ha mai dimenticato di ricordarlo e sottolinearlo. Così come ha fatto nei ringraziamenti su Facebook, in un post notturno a caldo, a poche ore dalla fine del grande concerto:

Sono a Napoli è notte fonda e sono ancora emozionato di stasera. E ora non si dorme. Domani vi scrivo qualcosa in più, anche se sarà impossibile raccontare, ma ora voglio ringraziare mio "fratè" Eros ( una grandissimo artista e amico) e il favoloso James Senese, il padre del nuovo sound napoletano e musicista strepitoso.. Stasera nel mezzo del mio concerto di fronte al pubblico di Napoli abbiamo celebrato Pino Daniele, che ci manca da morire, attraverso la sua musica, che è un dono per l'eternità a chi la ama e a chi l'amerà in futuro.
Eravamo decine di migliaia ma sembrava di essere a casa.
Vabbuò, domani vi metto qualche foto e qualcos'altro se vi va.
Emozioni forti.
Se c'eravate è avete voglia di raccontare qualcosa voi domani vi leggo.
Grazie a tutti.

18 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views