Ci sono artisti che hanno deciso di regolarizzare le dirette su Instagram coi fan e chi, invece preferisce il silenzio. J-Ax ha deciso di avvicinarsi più a questa seconda modalità, e ha avvisato i fan che nei prossimi giorni sparirà un po', ridurrà la sua presenza. Allo stesso tempo, però, il cantante, che pochi giorni fa ha pubblicato il video dall'isolamento del nuovo video "Supercalifragili", tratto dal suo album "ReAle", uscito a gennaio, ha anche voluto specificare che in questo momento critico, in cui siamo tutti chiamati all'isolamento forzato e allo stravolgimento delle proprie abitudini, la miglior cosa da fare è affrontarla come meglio crediamo, senza dare giudizi sugli altri.

J-Ax sull'affrontare la pandemia

Le persone affrontano di solito una situazione traumatica in due modi. C’è chi ama ridere e scherzare e decide che l’umorismo e sdrammatizzare siano la chiave per dimenticare e superare ciò che si sta vivendo. E poi, invece, ci sono le persone che hanno bisogno di silenzio e di riflettere. E necessitano di calma e di prendersi una pausa per capire cosa sta succedendo — per capire come affrontare la cosa per ripartire al meglio. Ho visto con dispiacere in queste settimane chi faceva parte di una di queste fazioni attaccare chi non sta vivendo questa emergenza con la stessa sensibilità. Come se esistesse un solo modo giusto di vivere questa emergenza. Io non sono d'accordo. Io penso che qualsiasi cosa ci aiuti ad affrontare un momento che ci colpisce sia quello corretto. Che sia farsi una risata, o rimanere in silenzio. Penso che l'unica cosa veramente da non fare durante questa emergenza sia giudicare cosa stiano facendo gli altri per superarla. Ci stiamo giustamente tutti preoccupando per l'economia, ma credo non abbastanza per la salute mentale di tutti. Sarà uno dei miei tanti limiti, ma in una situazione simile è per me difficile far finta di nulla e fingere di essere una persona che non sono. Fino a quando non supereremo questa maledetta pandemia mi vedrete quindi un po' di meno da queste parti. Sono sicuro che ce la faremo a superare questo momento e torneremo più forti di prima, ma per farlo prendetevi anche cura di voi stessi e non sentitevi costretti a nascondere le vostre emozioni. Un abbraccio dallo zio.

A post shared by J-Ax (@j.axofficial) on

"Le persone affrontano di solito una situazione traumatica in due modi – ha detto il cantante su Instagram -. C’è chi ama ridere e scherzare e decide che l’umorismo e sdrammatizzare siano la chiave per dimenticare e superare ciò che si sta vivendo. E poi, invece, ci sono le persone che hanno bisogno di silenzio e di riflettere. E necessitano di calma e di prendersi una pausa per capire cosa sta succedendo — per capire come affrontare la cosa per ripartire al meglio. Ho visto con dispiacere in queste settimane chi faceva parte di una di queste fazioni attaccare chi non sta vivendo questa emergenza con la stessa sensibilità. Come se esistesse un solo modo giusto di vivere questa emergenza. Io non sono d'accordo" spiega J-Ax.

Non giudicare gli altri

Per lui, infatti, ognuno vive la crisi in base alla propria sensibilità, quindi c'è chi preferisce un sorriso e chi, invece il silenzio, ma c'è qualcosa da non fare assolutamente: "Penso che l'unica cosa veramente da non fare durante questa emergenza sia giudicare cosa stiano facendo gli altri per superarla. Ci stiamo giustamente tutti preoccupando per l'economia, ma credo non abbastanza per la salute mentale di tutti. Sarà uno dei miei tanti limiti, ma in una situazione simile è per me difficile far finta di nulla e fingere di essere una persona che non sono". A questo punto il cantante specifica, appunto, che per ora rallenterà un po' la sua presenza: "Fino a quando non supereremo questa maledetta pandemia mi vedrete quindi un po' di meno da queste parti. Sono sicuro che ce la faremo a superare questo momento e torneremo più forti di prima, ma per farlo prendetevi anche cura di voi stessi e non sentitevi costretti a nascondere le vostre emozioni. Un abbraccio dallo zio".