Chadia Rodriguez
in foto: Chadia Rodriguez

Si chiama  "Avere 20 anni" il primo album ufficiale di Chadia Rodriguez, la trapper che in questi ultimi mesi si è imposta a un pubblico ampio, con soli pochi singoli alla spalle, ma due padrini d'eccezione, ovvero Big Fish e Jake La Furia. Un percorso velocissimo quello della ragazza milanese, di origini metà marocchine e metà spagnole, che ha voluto raccogliere tutti i singoli usciti fino ad ora in un Ep (prodotto tutto proprio da Big Fish) che oltre a "Fumo bianco", "Bitch 2.0", "Sister (Pastiglie)", "3G" e "Dale (Yalla Remix feat. Naska, Abe Kayn e Braco)" contiene anche l'inedito "Sarebbe comodo" di cui è stato pubblicato anche il video che è volato in tendenza su Youtube e ha quasi mezzo milioni di visualizzazioni.

"Sarebbe comodo" mostra un altro lato della cantante, descritto come un pezzo autobiografico (anche questo), racconta la sua crescita e la sua vita, un altro tassello del puzzle su questi suoi primi 20 ani, appunto: "Sono una che si rialza quando cade, perfino con le botte di mio padre, perfino con i giudizi dei maschi mangiata viva dagli occhi degli altri" canta la ragazza che torna su alcuni dei suoi temi principali, il suo passato da modella di nudo, uno dei topos del genere, quello della Polizia ("Ho imparato quando serve dire una bugia, soltanto in amore o quando c'è la polizia"), la droga ("Purtroppo sono fatta come gli altri anche se sembro più fatta degli altri… ho visto la galera e la comunità") fino al concetto di casa e della sua mancanza ("La gente si ama poco in mezzo alla via, ho avuto sempre una casa ma non la mia… e spesso cambio casa e cambio città e vorrei guardare foto di me bambina Senza pensare all'accendino e alla benzina").

Il video anche mostra una Chadia diversa, niente atteggiamenti provocanti, niente corpo in mostra, ma un primissimo piano sul suo viso, senza sorrisi, ma con molta amarezza e una serie di pistole che piano piano puntano la canna contro la tempia. Con questo brano, insomma, Chadia mette un punto a questa prima fase della sua carriera, nata meno di un anno fa quando la Sony si è accorta di lei, facendone la Next Big Thing della trap italiana, una novità in un mondo che vede pochissime donne tra le protagoniste. La Rodriguez è anche stata la prima donna, appunto, a ricevere la copertina di una playlist rap su Spotify, vedremo in questo 2019 cosa raccoglierà di quello che ha seminato.