È bastato un video con il nonno Gianni Morandi perché improvvisamente il grande pubblico si accorgesse di Giovanni Antonacci, figlio di Biagio e Marianna, nipote di Gianni e di Pietro (Tredici Pietro) e fratello di Paolo. Insomma, detta così sembra una girandola di nomi, eppure parliamo di una delle famiglie musicali più amate del Paese, con Gianni Morandi capostipite e Biagio Antonacci a tenere alta la bandiera. Ma c'è una nuova generazione che cresce alle loro spalle (e non sulle loro spalle, occhio!).

Tredici Pietro e l'amore per il rap

Di Tredici Pietro ne abbiamo parlato a lungo: Pietro, figlio di Gianni Morandi, infatti, ha intrapreso da qualche anno, ormai, una carriera musicale che sta procedendo su binari rap e trap. Tredici Pietro ha all'attivo già un po' di brani e un Ep, qualche milionata di vuisualizzazioni su Youtube e in streaming e anche collaborazioni importanti come quelle con PSICOLOGI e Vegas Jones, per citarne un paio. Una carriera che condivide col producer Mr. Monkey che lo accompagna fin da "Pizza e fichi", primo successo del cantante.

GIOVANNI, l'emo e GionnyScandal

Giovanni, figlio di Biagio Antonacci e di Marianna Morandi, pure approccia il genere, ma con un'attitudine diversa, meno street e più melodica. Non è un caso che il suo ultimo singolo "Sabato seria", pubblicato il 2 novembre, veda la collaborazione con GionnyScandal, uno dei nomi più noti dell'emotrap italiana: "Ero e sono un tuo fan, sono passato dall’ascoltarti dalla mia playlist a conoscerti e scoprire che sei un vero amico, un fratello – ha scritto GIOVANNI (sì, in caps lock) parlando della collaborazione -. Strano come cambino le cose vero? Mi ricordo un giorno di liceo mentre ascoltavo la tua musica, un mio amico mi disse “un giorno farete un feat insieme ne sono sicuro” e io che non ci credevo minimamente risposi “ceeeerto, non succederà mai".

Paolo Antonacci, l'autore

Poi c'è Paolo Antonacci, fratello di Giovanni e nipote (sic) di Pietro. Il suo nome è quello che per primo si è fatto largo, soprattutto come autore. Paolo, infatti, ha deciso per adesso di stare dalla parte nascosta della musica, lavorando come autore. E l'elenco delle collaborazioni è lunga. Il grande pubblico lo conobbe grazie al Festival di Sanremo perché nel 2019 scrisse "Mi farò trovare pronto" di Nek, ma da quel momento le collaborazioni sono svariate, passando per Francesco Renga fino a "Nuda", ultimo singolo di Annalisa, ma anche "Le feste di Pablo"  di Cara e "Bella storia" di Fedez.