11 Gennaio 2018
12:19

Firenze, Mika riceve dal sindaco Nardella le Chiavi della città: “Cercherò di non perderle”

Il cantante di origine libanese, ex giudice di X Factor Italia e conduttore di “Stasera casa Mika” su Rai 2, ha ricevuto l’onorificenza al Palazzo Vecchio dal sindaco Dario Nardella: “Sono orgoglioso. Ho visitato la Cappella Brancacci, con i magnifici affreschi di Masaccio e Masolino: mi piacerebbe tanto farci un concerto”.
A cura di Ida Artiaco
Mika riceve le chiavi della città di Firenze (Facebook).
Mika riceve le chiavi della città di Firenze (Facebook).

Firenze ha da ieri, mercoledì 10 gennaio, un guardiano in più. Il sindaco Dario Nardella ha infatti consegnato a Mika le Chiavi della città nel corso di una emozionante cerimonia che si è svolta a Palazzo Vecchio. Una onorificenza che il Comune ha deciso di concedere al cantante e conduttore televisivo di origine libanese per il suo apporto alla cultura italiana, ricordando in particolare il suo concerto al Teatro del Maggio tenutosi lo scorso anno: "Amiamo chi ama la cultura e Mika ha contribuito a diffonderla sia con la musica che con i suoi sofisticati varietà televisivi", ha commentato il primo cittadino, ricordando anche l'episodio delle scritte omofobe di cui proprio l'artista fu vittima, apparse sui manifesti che sponsorizzavano un suo live al Mandela Forum nell'estate del 2015.

"Mika è l’artista unico e carismatico che ha saputo coinvolgere un vastissimo pubblico trasversale e intergenerazionale e avvicinarlo alla musica e alla cultura dello spettacolo – ha continuato Nardella -. Attraverso il suo costante impegno nel mettersi in gioco, nel sapersi raccontare come uomo di cultura e palcoscenico sotto vesti e profili diversi, ha suscitato nelle nuove generazioni grande curiosità e ansia di conoscenza, incarnando la positiva figura dell’artista poliedrico e del divulgatore di cultura". Da parte sua, un emozionato Mika ha accettato il riconoscimento dichiarando in tono scherzoso: "Cercherò di non perderle queste chiavi, non le lascerò sull'autobus, come ha suggerito mia madre. Sono orgoglioso. Firenze è una città divertente. E io mi diverto tantissimo quando vengo qui. Conosco la storia, l'ho sempre studiata. E la prima volta che ho visitato la città è come se avessi incontrato un vecchio amico che conoscevo da tempo".

Ed esprime anche un sogno, che potrebbe anche realizzare a breve. "Ieri ho visitato la Cappella Brancacci, con i magnifici affreschi di Masaccio e Masolino – ha detto Mika -. Grazie al sacerdote che mi fatto da guida, ho potuto provare anche l'eco, che è risultata eccezionale. Se ci fosse la possibilità, mi piacerebbe tanto cantarci, farci un concerto". Il cantante, pop star internazionale tra le più amate, conferma così ancora una volta il suo legame con l'Italia. Dopo aver partecipato come giudice a due edizioni di X Factor, ha conosciuto il massimo successo con lo show di Rai 2 "Stasera casa Mika". Avrebbe potuto essere anche sul palco dell'Ariston nel prossimo Festival di Sanremo. "Mi era stato proposto di condurlo – ha dichiarato a margine della cerimonia di cui è stato il protagonista -, mi hanno chiesto se fossi interessato, ma non è stata un’offerta chiara. E comunque ho risposto che onestamente non mi sentivo a mio agio nel fare una cosa del genere: è troppo presto, è il più grande show in Italia, si deve farlo con grande esperienza, non basta il senso dello show, altrimenti diventa facile cadere nel rischio della superficialità".

Ermal Meta, il Comune di Bari gli dà le chiavi della città:
Ermal Meta, il Comune di Bari gli dà le chiavi della città: "Per il suo straordinario talento"
Brignano, gag con il sindaco di Palermo:
Brignano, gag con il sindaco di Palermo: "Quando ripuliamo 'sta città?"
Claudio Cecchetto chiama Emis Killa dopo le frasi su Riccione:
Claudio Cecchetto chiama Emis Killa dopo le frasi su Riccione: "È dispiaciuto"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni