Claudio Baglioni al Festival di Sanremo 2018 (LaPresse)
in foto: Claudio Baglioni al Festival di Sanremo 2018 (LaPresse)

"Avrei potuto lasciare. E, invece, ho scelto di raddoppiare. Continuare, bissando, è la scelta più difficile. Ma il fascino dell’impresa è sempre proporzionale al rischio: più grande il rischio, più grande l’impresa. E chi mi conosce sa che, nella mia vicenda professionale, non mi sono mai accontentato né mai tirato indietro di fronte a una sfida" lo ha detto Claudio Baglioni poco fa, in una nota che accompagna il primo grande cambiamento del prossimo Festival di Sanremo. Da poco, infatti, la Rai ha annunciato un cambiamento importante per quanto riguarda la kermesse, che il prossimo anno vedrà una sola categoria, quella dei Big a cui parteciperanno due giovani che usciranno da un contest chiamato sempre "Sanremo Giovani" e che si terrà a dicembre.

Come funzionerà Sanremo Giovani

In una nota, infatti, la tv pubblica ha reso noto di voler scorporare le due categorie e permettere alle nuove proposte di avere una settimana dedicata completamente a sé con quattro pre-serali e due prime serate che vedranno 24 cantanti under 36 esibirsi e potersi raccontare in una gara che decreterà due vincitori che gareggeranno per la vittoria finale del festival: "ho sempre pensato che chi, come me ha avuto tanto, deve meritare la fortuna, se non altro, continuando a confrontarsi con essa. Il Festival di Sanremo, che di per sé sarebbe un caso unico, non poteva certo rappresentare l’eccezione a questa mia regola di vita, ed è per questo che ho deciso di raddoppiare".

La voglia di un doppio Sanremo

Baglioni spiega che l'idea di un doppio Sanremo gli girava in testa da un po', da quando, almeno, aveva deciso di accettare la proposta di diventare Direttore artistico della rassegna, ricordando come in più occasioni avesse dichiarato di sperare in una competizione di due settimane,m rivista, chiaramente e arricchita: "Mi appassiona un ‘Sanremo nuovo’. Un Sanremo, cioè, che abbia qualcosa di inedito, nel senso di interessante, avvincente, magari addirittura sorprendente, da dire e lo dica nel modo migliore possibile" spiega, dichiarando di aver voluto alzare ancora di più l'asticella.

Questo cambiamento, continua il Direttore artistico, nasce dalla volontà di dedicare un'intera settimana ai giovani: "Le novità del Sanremo numero 69 (per ora) sono, sostanzialmente, due: il ‘Festival Sanremo Giovani' – la seconda settimana di Festival – e il fatto che, come rivela il nome stesso della manifestazione, questa seconda settimana sarà interamente dedicata ai giovani. Due innovazioni per realizzare le quali, è stato necessario introdurre nei regolamenti ben più di due novità. La cosa curiosa è che quella che chiamiamo la seconda settimana del Festival è seconda di nome, ma non di fatto, dal momento che si svolgerà a dicembre, anticipando il Festival di febbraio e diventandone, così, la prima settimana".