6 Settembre 2021
12:53

Drake supera Kanye West e batte il record di stream nelle prime 24 ore su Spotify e Apple Music

Potremmo dire che la prima battaglia tra Drake e Kanye West sia stata vinta dall’artista canadese: basti osservare il numero di streaming raccolti nelle prime 24 ore dai due progetti, con “Certified Lover Boy” che ha avuto oltre 153 milioni di stream, rispetto ai 90 di “Donda” di Kanye West. I numeri di Drake rompono l’ennesimo record sulla piattaforma, battendo il suo stesso “Scorpion” del 2018 come album con più stream raccolti nelle prime 24 ore.
A cura di Vincenzo Nasto

La prima contesa nella faida tra "Certified Lover Boy" di Drake e "Donda" di Kanye West se la aggiudica il rapper canadese, che già nei primi giorni dalla pubblicazione del sesto album in carriera, ha battuto un record incredibile. Il progetto di Drake, come affermato dalle piattaforme di streaming Spotify e Apple Music, è il disco con più ascolti nelle prime 24 ore, ma questa definizione potrebbe essere ingenerosa nei confronti del rapper canadese, soprattutto se osserviamo la distanza dai diretti concorrenti, ovvero sé stesso e Kanye West. Nel frattempo, la saga tra i due artisti sembra essersi infiammata dopo che la radio personale di Drake ha pubblicato, a sorpresa, uno dei singoli non inseriti in "Donda": "Life of the Party". Il brano, che vede la collaborazione di Andre 3000 e uno speach di Dmx, artista scomparso pochi mesi fa, contiene sia un ricordo del rapporto dei due artisti con la loro madre, in linea con il concept dell'album, sia un attacco diretto a Drake da parte di Kanye West.

Il record su Spotify e Apple Music di Drake che supera sé stesso

Il primo set va a Drake e al suo sesto album in carriera: "Certified Lover Boy". Anche se gli ascolti non traducono letteralmente la qualità del disco e l'apprezzamento del pubblico, gli ascolti nelle prime 24 ore sembrano indirizzare le preferenze degli ascoltatori verso di lui, permettendo all'artista canadese di infrangere l'ennesimo record. Come avevamo detto nella guida all'ascolto di "Certified Lover Boy", questo progetto ha le potenzialità per monopolizzare il mercato discografico per alcuni mesi, rendendo Drake l'artista più certificato al mondo. Non abbiamo avuto bisogno di aspettare tanto: a dircelo sono state le due grandi piattaforme di streaming musicale, Spotify e Apple Music. Infatti "Certified Lover Boy" ha battuto il record nelle prime 24 ore su entrambe: Spotify ha annunciato che il disco ha raccolto oltre 153 milioni di stream, risultato che raggiunge vette ancora più alte su Apple Music dove il disco ha superato i 170 milioni. Numeri che potrebbero sembrare impietosi nei confronti di Kanye West, che aveva registrato il grande successo di "Donda" con 60 milioni su Apple Music e oltre 90 su Spotify.

Il podio del 2021 si completa con Olivia Rodrigo

Ma il successo di Drake non stupisce affatto, soprattutto se andiamo a vedere chi lo precede adesso in classifica su entrambe le piattaforme, ovvero sé stesso, grazie al risultato degli ascolti di "Scorpion", il penultimo progetto pubblicato nel 2018, che aveva raccolto oltre 120 milioni di stream su Apple Music e 132 su Spotify. Proprio nella classifica dell'ultima piattaforma, a questo punto, è interessante andare a vedere quali sono i progetti che completano il podio con Drake nel 2021. Oltre al già citato "Donda" di Kanye West, troviamo la "ragazza d'oro" degli Stati Uniti: stiamo parlando di Olivia Rodrigo e del suo album di debutto "Sour", che per settimane ha ricevuto un plebiscito dalla critica, monopolizzando le prime posizioni nella classifica Billboard.

Il leak di Life of the party

Nel frattempo, non sembrano essere finite le scaramucce social tra Drake e Kanye West, che nelle scorse ore sembrano aver raggiunto nuove vette. Di che stiamo parlando? Nelle prime ore dello scorso 4 settembre, ospite nel programma radiofonico Sound 42 di SiriusXM, Drake ha fatto trapelare un brano inedito di Kanye West, che avrebbe dovuto essere contenuto in "Donda", ma che in realtà non è mai entrato, una spiacevole sorpresa anche per la collaborazione contenuta nel singolo. Stiamo parlando di "Life of the Party", un brano in cui era stata inserita, oltre a uno speach di DMX, artista scomparso negli scorsi mesi, una strofa del leggendario Andre 3000. Il brano, come rivelato dallo stesso artista, seguiva il concept di "Donda", con Andre 3000 che raccontava il rapporto difficile con sua madre, insieme a Kanye West, nella prima strofa. Uno dei motivi principali per cui il singolo non era stato inserito nel progetto è relativo alla seconda strofa, in cui West si scontrava in maniera pubblica con Drake, un attacco ancora più diretto rispetto ai singoli inseriti in "Donda", non supportato invece dalla seconda strofa di Andre 3000. Il leak del brano non ha fatto sicuramente piacere all'entourage di West, che ha pubblicato ufficialmente il brano dopo poche ore e ha fatto trapelare sui social un video di Consequence, un suo collaboratore, che avvertiva che avrebbe scoperto chi avesse passato all'entourage di Drake il brano inedito.

Drake vs Kanye West: dopo anni di silenzi, si riaccende la faida del rap americano
Drake vs Kanye West: dopo anni di silenzi, si riaccende la faida del rap americano
Per Kanye West la musica non è più solo musica: Donda è fuori, ma non sui servizi di streaming
Per Kanye West la musica non è più solo musica: Donda è fuori, ma non sui servizi di streaming
Dopo aver esportato la musica latin, J Balvin racconta la sua storia nel nuovo album Jose
Dopo aver esportato la musica latin, J Balvin racconta la sua storia nel nuovo album Jose
Tale e quale show, Vincenzo De Lucia quarto giudice della seconda puntata: imiterà Maria De Filippi
Tale e quale show, Vincenzo De Lucia quarto giudice della seconda puntata: imiterà Maria De Filippi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni