Demi Lovato è uscita dal centro di riabilitazione, secondo quanto riportato dal sito americano TMZ. La cantante, ricoverata dopo un'overdose quasi fatale, ha lasciato la clinica dopo quasi tre mesi, nel fine settimana. In realtà, non è ancora chiaro se la Lovato sia stata dimessa definitivamente o se abbia semplicemente trascorso il weekend all'esterno. Nel suo ultimo post sui social media prima di iniziare la terapia, aveva fatto sapere di aver bisogno di "tempo per concentrarsi sulla sobrietà e sulla via della guarigione".

Demi Lovato a cena con Henry Levy

Le notizie non finiscono qui. Sono sempre i paparazzi di Tmz ad aver immortalato la Lovato a cena sabato sera, presso il noto ristorante giapponese Matsuhisa a Beverly Hills. Con lei c'era un uomo misterioso, successivamente identificato in Henry Levy. Si tratta di uno stilista, che ha fondato l'etichetta "Enfants Riches Déprimés" nel 2012.

L'overdose a luglio 2018

La Lovato fu ricoverata lo scorso luglio a causa di un'overdose (si parlò di eroina, una notizia mai confermata), solo pochi mesi dopo la pubblicazione del singolo "Sober" dedicato alle difficoltà di restare "pulita". Trasportata d'urgenza in ospedale, ha fatto preoccupare moltissimo i fan. Fortunatamente, le sue condizioni sono presto migliorate e, a inizio agosto, ha parlato per la prima volta dopo il dramma, raccontando la sua lotta all'abuso di sostanze: "Sono sempre stata trasparente riguardo al mio tragitto con le dipendenze e quello che ho imparato è che la malattia non è qualcosa che sparisce o che sbiadisce col tempo. La malattia è qualcosa che devo continuare a dominare e non l'ho ancora fatto. Adesso ho bisogno di tempo per guarire e focalizzarmi sulla mia sobrietà e la strada per la guarigione. L'amore che tutti voi mi avete mostrato non potrò mai dimenticarlo e non vedo l'ora che arrivi il giorno in cui potrò dire di esserne venuta a capo. Continuerò a combattere".