4 Agosto 2016
16:07

Cellamare Music Festival, un sogno Facebook diventato realtà

Il Coachellamare, anzi il cellamare Music Festival ce l’ha fatta: da scherzo su Facebook è diventato realtà e dal 26 al 28 agosto porterà nel paese pugliese un centinaio di band pugliesi per una tre giorni di musica… da sogno.

In principio era Coachellamare, poi a causa di qualche problema di copyright e una lettera del Coachella gli organizzatori hanno ritenuto più responsabile (e sicuro) cambiare nome e perdere il riferimento al noto festival americano, da cui tutto era nato. Ma riavvolgiamo il nastro e torniamo a quei primi giorni di gennaio in cui fu presentato il programma del festival americano che, tra le altre cose, annunciò la reunion dei Guns N' Roses e quella degli LCD Soundsystem, con un cast che lo pone da anni come uno degli appuntamenti musicali più attesi dell'anno. Ecco, partendo da quella line up, Tommi Bonvino e Antonio Conte crearono, per scherzo, una finta line up pugliese con tanto di pagina Facebook ad hoc e un nome che univa il festival Usa con Cellamare, paesino in provincia di Bari. Uno scherzo che in pochi giorni diventò virale, al punto che gruppi e addetti ai lavori si resero disponibili a mettersi in gioco in maniera totalmente gratuita, per dar vita a un vero e proprio festival, uscendo dalla virtualità dei social.

La sfida del crowdfunding

Bene, pochi giorni fa, anche grazie a un crowdfunding su Musicraiser andato a buon fine – sono stati raccolti 27 mila euro – , quell'idea nata per gioco è diventata ufficialmente realtà e il Cellamare Music Festival (ex Coachellamare) è stato presentato alla stampa pochi giorni fa e oggi può vantare anche una serie di sponsor e un circuito di volontari che lo hanno aiutato a diventare realtà. La rassegna si terrà da venerdì 26 a domenica 28 agosto nel Campo Sportivo di Cellamare (BA) con 100 tra band e artisti pugliesi che si alterneranno sul doppio palco a specchio (mentre su uno si suona l'altro viene allestito per il set successivo).

La line up del Cellamare Music Festival

Ci saranno artisti noti e meno noti, chi ha avuto una maggiore visibilità mediatica e chi pur senza notorietà mainstream riempie ogni anno i locali di tutta Italia: si passa da Renzo Rubino (già sul podio del Festival di Sanremo nel 2013 per la categoria "nuove proposte" e nel 2014 nella categoria "Big") al tarantino Diodato (classificatosi al secondo posto al Festival di Sanremo 2014 nella categoria "nuove proposte"), passando per band come Nidi d'Arac (che torneranno insieme sul palco in occasione del festival), U' Papun, Camillorè, Moustache Prawn, Una, Fabryka, La Municipàl, Molla, Leland Did It (qui la lista completa).

Le attività extra

Come ogni festival che si rispetti, oltre alla musica ci saranno anche altre attività come workshop, attraverso incontri con giornalisti ed esperti del settore, extra-stage con esibizioni pomeridiane nel centro di Cellamare, enogastronomia, con lo spazio dedicato allo street food rigorosamente pugliese, arte e artigianato, con molti dei più interessanti designer e artigiani locali. Chissà se Al Bano, Romina e Checco Zalone, i tre primi (finti) headliner riusciranno a fare una capatina.

A Genova il Lilith festival aspetta la Musica d'Autrice di Nada e Suzanne Vega
A Genova il Lilith festival aspetta la Musica d'Autrice di Nada e Suzanne Vega
Tutti i festival musicali italiani dell'estate 2022: la guida aggiornata
Tutti i festival musicali italiani dell'estate 2022: la guida aggiornata
Capossela alza la polvere per la quarta edizione dello Sponz Festival
Capossela alza la polvere per la quarta edizione dello Sponz Festival
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni