È stato lo stesso Liam Payne a ufficializzare la notizia con un messaggio postato su Twitter. Il cantante, membro dei One Direction, ha firmato un contratto con la Capitol Records per un disco da solista. Come già fece Zayn Malik qualche anno fa, e come ha fatto più recentemente Harry Styles, Liam si è detto pronto per spiccare il volo da solo, sebbene abbia voluto precisare che la band resterà sempre la sua casa:

Sono veramente felice per aver firmato un contratto per una casa discografica prestigiosa come la Capitol Records UK. In passato ha avuto tra i suoi cantanti persino Frank Sinatra e io non vedo l'ora di entrare a far parte della loro storia. Gli One Direction saranno sempre la mia famiglia; ma adesso non vedo l'ora di dimostrare quello che posso fare da solista.

È prematuro, però, parlare di uno scioglimento vero e proprio. Per il momento, di ufficiale si sa solo che la band prenderà un anno sabbatico perché ognuno dei componenti possa dedicarsi a progetti musicali e non che non riguardino necessariamente gli altri membri del gruppo. Anche Harry Styles, così come Liam, ha accettato di firmare un contratto da solista con la Columbia Records e parteciperà al film “Dunkirk” con Christopher Nolan.

L’addio di Zayn Malik

I One Direction hanno cominciato a sfaldarsi a marzo del 2015, quando Zayn Malik ha annunciato l’addio al gruppo. Il cantante aveva inizialmente rivelato di aver abbandonato la band solo allo scopo di vivere un’esistenza da ragazzo normale, salvo poi debuttare da solista diversi mesi dopo.

Le fan temono adesso che lo scioglimento paventato lo scorso anno stia per tradursi in realtà. Zayn, Liam Payne ed Harry Styles sono i membri più rappresentativi dei “One Direction”, quelli che fin dall’inizio sembravano essere destinati a conquistare il successo maggiore. Adesso tutti e tre hanno cominciato a viaggiare da soli e questo, temono le fan, potrebbe essere l’inizio della fine per il gruppo che ha fatto sognare milioni di ragazzine in tutto il mondo.