Nelle ultime ore è apparso su Vanity Fair un monologo di Noemi sull'accettazione del proprio corpo e delle proprie qualità, un video in cui la cantante, prima del Festival di Sanremo, racconta un suo periodo di allontanamento dalla propria visione di vita, il suo percorso come persona e poi anche come artista. Due minuti in cui l'artista romana parla in maniera diretta di come abbia avuto difficoltà a riconoscersi in passato, a piacersi e a sentirsi a proprio agio con le aspettative altrui. Un messaggio ispirazionale, per una donna che si è messa a nudo in uno dei momenti più importanti della sua vita, vicino al Festival di Sanremo 2021, che segnerà anche i 10 anni della sua carriera musicale.

La sua confessione

"Cosa vedi quando ti guardi allo specchio?". Comincia così il video di Veronica Scopelliti, in arte Noemi, che ha pubblicato insieme a Vanity Fair un monologo sull'accettazione del proprio corpo e della propria persona, sensibilizzando sulle costrizioni sociali che danneggiano la figura femminile nella società. "Ti piaci, sei fuori fuoco?": la domanda iniziale è un interludio alla confessione della stessa artista romana, che racconta i disagi del passato. "È successo anche a me di perdermi, di non riconoscermi e ho dovuto faticare. Ho dovuto tagliare i fili con il mio passato per trovare una nuova me. Avevo bisogno di sentirmi in movimento, sorvolare le voci che tanto, comunque sei, non vai bene". Negli scorsi giorni si poteva osservare sul profilo Instagram della cantante la scomparsa di foto del passato, come se l'artista avesse voluto cancellare un periodo della sua vita, che potrebbe essere un riferimento anche al brano "Glicine", presentato al Festival di Sanremo 2021.

La sensibilizzazione e il messaggio a tutte le donne

Il discorso poi si sposta anche sulla figura della donna nella società, dapprima relativamente allo status quo dell'estetica, mai priva di giudizi, e poi sul ruolo genitoriale: "Burrosa? Dimagrisci. Scheletrica? Fortificati. Sposata? Sbagliata. Single? Sfigata. E invece c'è morbidezza nella magrezza, e potenza nella fragilità e maternità anche se non sei ancora madre". Un attacco forte della cantante alla lettura della società sulle scelte femminili, che alla fine del video cerca di sensibilizzare sul tema: "Chiudere gli occhi e ascoltarsi, senza accettare gli altri che ti dicano quando, se e come cambiare. Perché vai bene solo se vai bene a te". Le ultime parole sono sulla sua trasformazione fisica, figlia di un atteggiamento molto più amorevole nei propri confronti della cantante, che racconta: "Ho iniziato a prendermi cura di me e mi sono sentito a casa, un uno nuovo mondo dentro la mia pelle. Ma questa donna a cui sono arrivata, l'ho trovata nella testa prima che nei miei passi. È carne, è terra, è cielo: è necessaria. Come rinascere nuda e vera, fiera. Io sono il mio sogno e nessuno più deve metterci le mani sopra".