23 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Tricky contro i giudici dei talent: “Fate vedere voi di cosa siete capaci”

Tricky è un musicista che non le manda certo a dire: durante una recente intervista l’ex Re del trip hop e componente dei Massive Attack si è scagliato contro i giudici dei talent show internazionali e con l’ideatore di X Factor Simon Cowell nello specifico. Tricky sarà tra gli headliner del Neapolis Festival 2013 il prossimo 25 luglio.
A cura di Simona Saviano
23 CONDIVISIONI
Immagine

Headliner del prossimo Neapolis Festival 2013 all’Arenile Reload di Napoli, l'artista inglese Tricky dei Massive Attack si è espresso duramente nei confronti dei giudici dei talent show. Nello specifico Tricky si è scagliato contro Simon Cowell, ideatore del format di X Factor importato in tutto il mondo. Durante un'intervista a Noisey Tricky nome d'arte di Adrian Thaws, ha sinceramente sfidato i cosiddetti "giudici" e coach a mostrare le proprie capacità, in una sfida in cui è pronto a scendere in campo personalmente.

Tricky rinato con l'album "False Idols" – L'artista, che ha pubblicato il suo ultimo lavoro discografico dal titolo "False Idols” che riprende il nome della sua etichetta indipendente, aveva recentemente confessato di sentirsi libero: "Si tratta del primo album di cui posso ritenermi orgoglioso dopo tanto tempo. Finalmente ho lavorato a modo mio, senza cercare di accontentare etichette o gusti che non mi interessano. Stavo cercando di dimostrare qualcosa alla gente, cercando di fare qualcosa per compiacere gli altri e anche me stesso". 

Chi è Cowell per decidere chi ha talento e chi non ne ha? L'ex re del trip pop Tricky, in tema di falsi idoli, ha sdoganato, a parer suo personaggi come Barack Obama, che giudica come "degno erede di Bush" e Thom Yorke, che a suo dire è acclamato come un Dio ma in realtà non ha mai compiuto alcuna azione "rivoluzionaria". E ha avuto una "buona parola" anche per Simon Cowell che ha sfidato apertamente:

Mi piacerebbe andare a X Factor e lasciare che tutti esprimano un loro giudizio su di me. Poi direi ai giudici: "Bene, adesso sapere che c'è? Io e voi avremo un'intera giornata in studio a disposizione. Registreremo un EP, ascolteremo il risultato delle session e giudicheremo cosa avrete fatto voi e cosa avrò fatto io".
Cowell? Chi è questo tizio e che diritto ha per decidere chi ha talento e chi non ne ha? Che criteri segue per elaborare le sue opinioni? Sapete chi è? Uno che ha un pessimo gusto nel vestire.

23 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views