Se c'è un rapper che negli ultimi tempi sta facendo discutere l'ambiente americano più di Kanye West, quello è senza dubbio Tekashi 6ix9ine. Il trapper, che a differenza di Kanye, si tiene distante dalla Politica, invece, si è tenuto troppo vicino alle gang newyorkesi, al punto da finire in carcere col rischio di passarci la maggior parte della sua vita. Se non è avvenuto è solo perché qualcuno gli ha consigliato di non esagerare e collaborare con la giustizia, facendo nomi e descrivendo situazioni complesse, tra cui un tentato omicidio e il suo rapimento da parte di altri membri della gang. Insomma, una collaborazione che lo ha portato a una condanna di soli due anni, finiti ai domiciliari a causa del Covid-19. Il rapper, infatti, soffre d'asma e un giudice ha deciso che rischiava la vita, per questo gli ha permesso di passare gli ultimi mesi a casa.

Tekashi: Rispetto verso chi protesta

E da casa Tekashi ha ricominciato subito a fare musica. Più conscious? Più vicino a una sorta di rivisitazione sociale? Niente affatto come ha dimostrato col primo singolo "Gooda" a cui avrebbe dovuto far seguito un secondo, annunciato nei giorni scorsi e bloccato però per solidarietà ai manifestanti che stanno occupando le strade americane per protestare contro la morte di George Floyd, ucciso durante un controllo della Polizia. Il rapper ha deciso quindi di posticipare l'uscita del video e lo ha annunciato con uno status su Instagram: "L'uscita del video è stata spostata al 12 giugno. Per rispetto per quello che sta succedendo in questi giorni" ha scritto Tekashi.

Il successo di Gooba

Il video della canzone, di cui non è ancora stato reso noto il titolo, avrebbe dovuto vedere la luce il 22 maggio scorso, ma è stato posticipato un paio di volte. Pare che la nuova canzone del rapper possa vantare la collaborazione di Nicki Minaj, e se la notizia fosse confermata sarebbe la seconda collaborazione tra i due, dopo "Fefe" nel 2018. Intanto Gooba ha fatto il record di Youtube, essendo il più visto nelle prime 24 ore sulla piattaforma, sfiorando, al momento, le 300 milioni di views.